Ultime notizie:

  data news Oggi Minacce e insulti sul web, sotto scorta il governatore Fontana        data news Oggi Conte "Un piano strategico per trasformare crisi in opportunita'"        data news Oggi REGIONE LIGURIA, SENAREGA: APPROVATA LEGGE DELLA LEGA SULL'ISTITUZIONE DEL GARANTE PER LE VITTIME DEL REATO        data news Oggi APP IMMUNI, PRESIDENTE pIANA E CONSIGLIERE REGIONALI LEGHISTI: NOI NON LA INSTALLEREMO        data news Oggi MAESTRO 2.0 LA STORIA DELL' INNO D' ITALIA       

REGIONE LIGURIA,POSTICIPATI AL 1º AGOSTO INIZIO DEI SALDI E POSSIBILITÀ DI FARE PROMOZIONI SULL’ INVENDUTO FINO AI 40 GIORNI PRECEDENTI

data news
SUN 10 May | Notizie - Attualità - Liguria
REGIONE LIGURIA,POSTICIPATI AL 1º AGOSTO INIZIO DEI SALDI E POSSIBILITÀ DI FARE PROMOZIONI SULL’ INVENDUTO FINO AI 40 GIORNI PRECEDENTI

“Ora più che mai è necessario adattarci, anche così, a questa nuova situazione, per offrire il massimo sostegno possibile a tutto il nostro tessuto commerciale”. È il primo commento dell’assessore allo Sviluppo economico e al Commercio Andrea Benveduti, dopo aver proposto e approvato nell’odierna giunta regionale la delibera che posticipa dal 4 luglio al 1° agosto la data d’inizio dei saldi estivi in Regione Liguria, in considerazione della straordinaria situazione di emergenza causata dal contagio da Covid-19.
“Abbiamo accolto favorevolmente le richieste inoltrate dalle associazioni di categoria delle imprese del commercio maggiormente rappresentative a livello regionale. Riteniamo sia stata una decisione necessaria sia per i commercianti che per i consumatori – spiega l’assessore - Il blocco della maggior parte delle attività commerciali ha provocato ricadute pesantissime su tutta l’economia ligure, comportando per gli esercenti commerciali una totale assenza di incassi. Spostare di un mese i saldi e concedere al contempo la possibilità di organizzare alcune vendite promozionali, in deroga fino ai quaranta giorni antecedenti i saldi stessi, significa consentire la commercializzazione in tempi consoni di merci e prodotti, non solo relativi alla stagione in corso, ma anche rimasti in giacenza e inerenti la precedente”.
“Ci auguriamo – conclude Benveduti – che anche questo provvedimento contribuisca ad un progressivo recupero della normalità, senza commettere l’errore di abbassare la guardia”.

pulsante torna su