Ultime notizie:

  data news Oggi Da Iccrea e Sace 7 milioni a sostegno di due imprese campane        data news Oggi ALASSIO, TRASPORTAVA ROTTAMI DI FERRO PROVENIENTI DA CIMITERI, 35ENNE DENUNCIATO        data news Oggi L'ANGOLO DI DANIELE LA CORTE        data news Oggi Minacce e insulti sul web, sotto scorta il governatore Fontana        data news Oggi Conte "Un piano strategico per trasformare crisi in opportunita'"       

CORONAVIRUS, PRESIDENTE TOTI: “FINALMENTE OGGI RICOMINCIAMO. SERVIRANNO ATTENZIONE, PAZIENZA E CORAGGIO, SENZA MAI ABBASSARE LA GUARDIA. MA IL NEMICO È IL VIRUS, NON SONO LE PERSONE”

data news
MON 18 May | Notizie - Attualità
CORONAVIRUS, PRESIDENTE TOTI: “FINALMENTE OGGI RICOMINCIAMO. SERVIRANNO ATTENZIONE, PAZIENZA E CORAGGIO, SENZA MAI ABBASSARE LA GUARDIA. MA IL NEMICO È IL VIRUS, NON SONO LE PERSONE”

GENOVA. “Dopo tanti tavoli, trattative, ordinanze e decreti finalmente oggi ricominciamo! In questi giorni ho letto migliaia di messaggi, ho imparato i vostri nomi e ascoltato la vostra voglia di ripartenza e mi sono impegnato fino in fondo per realizzarla”. Così il presidente di Regione Liguria nel giorno della ripartenza delle attività economiche della Liguria dopo il lockdown e la fase 2.
“Per questo stamattina, con un po' di emozione – prosegue Toti - penso a chi oggi apre il suo bar o il suo ristorante, a chi accoglierà le clienti nel suo centro estetico, a chi taglierà i capelli ormai lunghissimi di tutti noi (me compreso), a chi regalerà un sorriso a un bambino vendendogli un giocattolo e a tutte le saracinesche che le vostre mani tireranno su, cariche di speranze, preoccupazioni e responsabilità. Penso anche a chi ancora non è pronto a riaprire ma lavorerà per esserlo al più presto”.
“Nessuno crede che sarà facile, anzi – aggiunge - saranno mesi difficili e impegnativi, e tutti dobbiamo essere consapevoli che niente sarà più come prima. Serviranno attenzione, pazienza e coraggio, senza mai abbassare la guardia. La partita la giochiamo tutti perché il virus non è ancora sconfitto. Le nostre armi, come le mascherine, vanno usate sempre al meglio: non voglio vedere ancora foto di persone con le mascherine abbassate o assenti. Il rispetto delle regole deve esserci sempre e in modo rigoroso: per l'individuo, per la comunità e per i medici e gli infermieri che hanno lottato per noi per arrivare a questo punto decisivo”.
“Non possiamo permetterci di tornare indietro e di perdere questa occasione – conclude il presidente - Ricordiamoci però una cosa importante: il nemico è il virus, non sono le persone. Quindi mantenete dagli altri la distanza fisica, ma non quella umana. Il mio invito è a sorridere sotto le mascherine, a salutare e a dire una parola gentile: questi gesti non sono contagiosi e fanno bene all'umore. Stiamo tutti combattendo la stessa battaglia, vogliamo vincerla insieme”.

pulsante torna su