Ultime notizie:

  data news Ieri PROVINCIA DI SAVONA : MANCA IL NUMERO LEGALE PER L' APPROVAZIONE DELLA NUOVA SOCIETA' IDRICA CONSORTILE        data news Ieri SAVONA : LA POLIZIA DI STATO INTENSIFICA I CONTROLLI IN CENTRO CITTA'        data news Ieri PUNTO NASCITE : ALESSANDRO PIANA "CLAUDIO SCAJOLA NON LO DIFENDE" PER NOI NON SI TOCCA E PER LA REGIONE E' CONFERMATO        data news Ieri IMPERIA : PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE AGONISTICA DELL' IMPERIA BASKET        data news Ieri SANREMO : VIOLANO LE PRESCRIZIONI IMPOSTE DAL GIUDICE ARRESTATI DAI CARABINIERI UN SORVEGLIATO SPECIALE E UN SOTTOPOSTO ALL’ OBBLIGO DI FIRMA       

FRANE IN LIGURIA: COLDIRETTI LANCIA L'ALLARME

data news
SAT 14 Apr | Servizi - Cronaca - Liguria

Il maltempo non lascia tregua: il 100% dei comuni liguri è stato dichiarato a rischio idrogeologico, con abitazioni ed imprese che si trovano in aree riconosciute ad alta pericolosità. Lo rende noto Coldiretti sulla base dei dati Ispra, per sottolineare i danni causati dalla prima grande perturbazione di aprile, che ha colpito la nostra Regione causando, sia a levante che a ponente, allagamenti, frane ed evacuazioni. I cambiamenti climatici sono ormai una realtà di fatto – afferma il Presidente di Coldiretti Liguria, Gerolamo Calleri – Si passa da periodi caratterizzati da siccità diffusa ad altri in cui le precipitazioni intense si trasformano, non di rado, in vere e proprie bombe d’acqua che colpiscono un suolo fragile che si satura facilmente. Ormai sono mesi che vengono diramate ‘allerte meteo’ che forniscono, a cittadini e imprese agricole, una sintesi dei pericoli derivanti dai fenomeni di maltempo. Ma il problema va risolto alla radice: sono necessarie misure di prevenzione e un nuovo modello di sviluppo che tuteli maggiormente il nostro territorio, che non può più permettersi di essere sfruttato in maniera sconsiderata, come accaduto fino ad oggi”. La percentuale di rischio idrogeologico della Liguria è superiore a quella già grave della media nazionale dove – conclude la Coldiretti – sono 7145 i comuni complessivamente a rischio, l’88,3% del totale.

pulsante torna su