Ultime notizie:

  data news Oggi SCAJOLA: ‘NIENTE TURISMO SENZA INFRASTRUTTURE.’        data news Oggi MULÈ: GOVERNO ACCOGLIE ORDINE DEL GIORNO A FAVORE DELLA LIGURIA        data news Oggi VENTIMIGLIA GUARDA AL PORTO TURISTICO PER LO SVILUPPO ECONOMICO        data news Oggi SANITA’ IMPERIESE, LISTE DI ATTESA LUNGHE ANCHE PER I CARDIOPATICI        data news Oggi SANTO DEL GIORNO: NOSTRA SIGNORA DI LORETO       

SANREMO SUPERENDURO, AL VIA LA STAGIONE 2018

data news
TUE 17 Apr | Notizie - Sport - Sanremo
SANREMO SUPERENDURO, AL VIA LA STAGIONE 2018

Sta per prendere il via la nuova stagione Superenduro e non si tratta di un’annata qualunque ma della decima. Dal 2009 il Circuito di mountain bike enduro più famoso d’Italia ha scritto pagine importanti per questa disciplina e si appresta a piazzare un’altra serie di gare memorabili a partire dalla prima in calendario, Sanremo.
La località della riviera ligure di ponente, famosissima anche per il Casinò ed il Festival, ospita alcuni tra i trail da discesa più tosti del pianeta che la stessa Rachel Atherton (pluri campionessa del mondo di down hill) ha recentemente definito “the gnarliest track ever” (i sentieri più duri che ci sono) e che continuano a sfornare talenti come alcuni dei nostri migliori rappresentanti in Coppa Downhill.
Ma Sanremo non è solo DH, i giri e i sentieri enduro sono spettacolari e grazie al lavoro di Sanremo Bike Resort questo enorme potenziale sta emergendo in tutto il mondo e non è un caso se è stata scelta come Enduro World Series Qualifier Event. Con un evento così importante alle porte, che garantirà grande visibilità e risonanza alla località in ambito mountain bike, tutto lo staff di Sanremo Bike Resort coadiuvato da diverse squadre è al lavoro sui sentieri della zona per prepararli al meglio. La rete sentieristica di un territorio è un elemento chiave per lo sviluppo turistico mountain bike dell’area ma spesso richiede grandi sforzi per la manutenzione soprattutto in occasione di periodi così piovosi.

Lo stesso comune di Sanremo è in prima linea con il supporto alla gara e lo sviluppo del prodotto bike. Basti pensare alla recente istituzione della linea di autobus pubblico Sanremo – San Romolo, attiva nei weekend e dedicata ai biker e che probabilmente sarà già attiva dal Giovedì in occasione della Superenduro. La Sanremo Superenduro sarà senza dubbio una gara dall’alto contenuto tecnico sia per le mtb che per le e-mtb, con speciali lunghe e fisiche, dove stringere il manubrio e i denti sarà la chiave per portare a casa una gara epica. Bisognerà anche guidare con gli occhi ben aperti, restare leggeri e muoversi sempre con agilità per cercare la traiettoria migliore ed evitare troppi impatti pesanti con le rocce. Il flow qui c’è, ma bisogna saperlo trovare.

D’altra parte la prima Superenduro di stagione si tiene quasi a fine Aprile, per cui la ruggine invernale è bella che andata e non avete scuse, il Superenduro vi chiede subito il massimo.
Qui siamo a casa di Manuel Ducci e Valentina Macheda, due grandi interpreti dell’enduro italiano oltre che due ragazzi che hanno voglia di mostrare a tutti quello che un rider si può aspettare dai sentieri che tirano su come dei gioiellini.

“Per la gara di Superenduro stiamo lavando sui sentieri praticamente quotidianamente con diverse squadre. L’inverno è stato piovoso e l’affluenza di biker davvero importante per cui c’è molto da fare specialmente lungo le sezioni nuove e inedite. Vogliamo che la gara risulti una bomba e ad oggi abbiamo diverse opportunità per il tracciato di gara definitivo che stiamo ancora valutando” dichiara Manuel Ducci. A fare da sfondo delle 4 speciali in programma, la città di Sanremo e lo splendore del mar Ligure. Al momento 13 le nazioni iscritte in gara e si attendono oltre 400 concorrenti. Il percorso prevede 60 km totali con un dislivello che supera i 2.000 metri.

La lotta per il titolo di Campione Superenduro del decimo anno si appresta a partire, Laura Rossin e Vittorio Gambirasio saranno in prima linea per difendere il titolo da una agguerrita concorrenza dalla quale siamo certi usciranno, come sempre accade al Superenduro, nuovi protagonisti ed inattesi outsider.

pulsante torna su