Ultime notizie:

  data news Oggi SOCCORO E TRASPORTATO IN OSPEDALE ALPINISTA ITALIANO FERITO IN PAKISTAN        data news Oggi TRAFFICO FERROVIARIO IN TILT PER UN INCENDIO, RITARDI E CANCELLAZIONI        data news Ieri SPADISTE E SCIABOLATORI REGALANO ALL'ITALIA ALTRI DUE BRONZI MONDIALI        data news Ieri BRONZO MONDIALE PER DETTI NEI 400 SL, VINCE YANG, PROTESTA HORTON        data news Ieri SIMON YATES BRILLA SUI PIRENEI, ALAPHILIPPE TREMA MA RESTA IN GIALLO       

VENTIMIGLIA : LA POLIZIA DI STATO INDAGATI QUATTRO DEGLI AUTORI DI UN RAID AVVENUTO IN VIA TACITO TRE SONO MINORENNI

data news
MON 7 Jan | Notizie - Cronaca - Ventimiglia
VENTIMIGLIA : LA POLIZIA DI STATO INDAGATI QUATTRO DEGLI AUTORI DI UN RAID AVVENUTO IN VIA TACITO TRE SONO MINORENNI

La Polizia di Stato ha identificato quattro degli autori di un vero e proprio raid messo in atto da un gruppo di persone.
Da quanto emerso dalle testimonianze acquisite, una ventina di ragazzi, alcuni con viso travisato e armati di tubi metallici, con età apparentemente comprese intorno ai 17/18 anni, di nazionalità francese, a bordo di una decina di ciclomotori, si sarebbero avvicinati ad un gruppo di coetanei italiani presenti all’esterno del Mac Donald’s di Via Tacito con atteggiamenti particolarmente minacciosi.
L’azione sarebbe stata programmata per vendicare precedenti contese, scaturite da futili motivi, forse apprezzamenti ritenuti eccessivi nei confronti di ragazze presenti nei gruppi di giovani, italiani e francesi, che frequentano il suddetto locale come luogo di ritrovo.
Le segnalazioni giunte al numero d’emergenza 112 sono state numerose e allarmate.
Gli Agenti hanno accertato che alcuni di loro hanno lanciato pietre raccolte sul selciato che, fortunatamente, non hanno raggiunto le persone prese di mira, procurando solo lievi danni ad un autoveicolo.
Due pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Liguria e una della Squadra Volanti sono intervenute pochi istanti dopo le prime segnalazioni telefoniche pervenute al locale Commissariato di Pubblica Sicurezza.
Ben otto Agenti, arrivati in pochi secondi sul posto, hanno riportato la calma tra le numerose persone presenti nonostante la grande agitazione e l’inevitabile confusione sviluppatasi subito dopo la fuga degli aggressori, che non sarebbero mai scesi dai loro veicoli.
Nella precipitosa fuga per le strade del centro due dei protagonisti della spedizione hanno urtato un autovettura nella vicina via Dante e immediatamente sono stati bloccati dagli Agenti di Polizia impegnati nelle ricerche dei responsabili; entrambi sono poi risultati coinvolti nell’azione e formalmente riconosciuti da alcune delle vittime.
Il loro ciclomotore è stato sequestrato insieme ad un’arma impropria trovata indosso ad uno dei due, una bomboletta di spray urticante di marca francese.
Solo pochi minuti dopo un'altra coppia di ragazzi francesi è stata fermata dalla Polizia in corso Genova a bordo di un ciclomotore, anch’esso poi sottoposto a sequestro, unitamente a una maschera in tessuto nascosta all’interno della giacca indossata.
Gli Agenti della Polizia di Stato hanno rapidamente acquisto numerosi e concordanti elementi testimoniali e riscontri sulla foggia e il colore degli indumenti, sulla corporatura, sui mezzi utilizzati, che hanno consentito di verificare la partecipazione al raid dei fermati.
Negli Uffici del Commissariato di via Aprosio le attività si sono prolungate fino a tarda sera.

pulsante torna su