Ultime notizie:

  data news Ieri I CAMPIONATI SCIISTICI DELLE TRUPPE ALPINE 2019 DAY TIME 1 PUNTATA        data news Ieri FAI GENOVA E AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MAR LIGURE OCCIDENTAL        data news Ieri GENOVA, PONTE MORANDI: VENERDI' SMONTAGGIO DELLA SECONDA TRAVE        data news Ieri A SANREMO UN CONVEGNO PER RIFLETTERE SUL GIOCO PUBLICO LEGALE        data news Ieri ELEZIONI SANREMO, TOMMASINI SI PREPARA PER I CENTO GIORNI DAL VOTO       

AGRICHEF FESTIVAL LIGURIA PRIMA EDIZIONE A BRUGITTE BRUSCHI DELL' AGRITURISMO CA SOTTANE DI BORGOMARO

data news
THU 7 Feb | Notizie - Attualità - Entroterra
AGRICHEF FESTIVAL LIGURIA PRIMA EDIZIONE A BRUGITTE BRUSCHI DELL' AGRITURISMO CA SOTTANE DI BORGOMARO

È Brigitte Bruschi dell'Agriturismo Cà Sottane di Borgomaro, nell'entroterra imperiese, la vincitrice della prima edizione di Agrichef Festival Liguria, la manifestazione promossa da Turismo Verde di Cia-Agricoltori Italiani per valorizzare le aziende agricole del nostro paese e la loro cucina.
«Quello dell'agriturismo è il cuoco contadino, colui che coltiva i prodotti che cucina e recupera le antiche ricette della propria terra per riproporle ai suoi ospiti. Il progetto Agrichef nasce proprio con l'intento di trasferire questa professionalità e questo patrimonio di competenze dagli agriturismi ai ragazzi degli istituti alberghieri, affinché venga conservato e tramandato alle prossime generazioni», ha spiegato Tommaso Buffa, direttore nazionale di Turismo Verde, intervenuto alla tappa ligure di Agrichef Festival andata in scena mercoledì 6 febbraio al centro di formazione turistico alberghiera Is.For.Coop ex Miretti di Varazze.
Otto, rispetto ai dieci annunciati, gli agriturismi che si sono cimentati ai fornelli, e tra i quali una giuria tecnica composta da addetti ai lavori e giornalisti specializzati ha scelto di premiare lo squisito “zemin” cucinato dalla signora Brigitte insieme alla figlia Laura, una zuppa della tradizione con verdure al 100% provenienti dai terreni dell'azienda: porri, zucca, patate, aglio, cipolla, sedano, cavolo nero, bietole, olio nostrano Dop, alloro, rosmarino, fagioli di conio presidio slowfood e pezzi di maiale a chilometro zero della vicina azienda agricola Cà degli Ormei.
«Eravamo venute quasi per scherzo, per metterci in gioco e far conoscere la nostra azienda, ed invece adesso ce ne andremo addirittua a Roma!» commentano, soddisfatte e anche un po' incredule, Brigitte e Laura. Toccherà a loro, dunque, rappresentare la Liguria alle finali nazionali dell'Agrichef Festival 2019, in programma ad aprile nella capitale. E pensare che, per vincere, è "bastata" una zuppa: «Per realizzare buoni piatti non servono ingredienti complicati, bastano preparazioni semplici ma fatte bene: i nostri nonni si sfamavano con le minestre, ed erano buone, dunque perché non riproporle?», conclude l'Agrichef vincitrice.
Particolarmente soddisfatta per l'esito di questa prima edizione del Festival è Federica Crotti, presidente di Turismo Verde Liguria: «È importante sottolineare il legame alla tradizione del territorio di tutti i piatti presentati, ed il fatto che siano stati realizzati quasi esclusivamente con ingredienti prodotti in azienda o comunque a chilometro zero, perché è proprio questo il valore aggiunto degli agriturismi».
«Veramente una manifestazione riuscitissima, grazie anche alla preziosa collaborazione con l'istituto Is.For.Coop di Varazze e al livello dei piatti presentati. Questo però è solo l'inizio, continueremo a lavorare in futuro per far conoscere a sempre più persone i piatti del nostro territorio e la qualità e professionalità delle nostre aziende», ha concluso Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria, ringraziando per la presenza, in rappresentanza delle istituzioni, il sindaco di Varazze Alessandro Bozzano e del presidente del consiglio regionale Alessandro Piana.

pulsante torna su