Ultime notizie:

  data news Oggi CONTE RASSEGNA LE DIMISSIONI AL QUIRINALE, DOMANI AL VIA CONSULTAZIONI        data news Oggi OPEN ARMS: DISPOSTO SEQUESTRO E SBARCO MIGRANTI, ONG "FINISCE INCUBO"        data news Oggi M5S A SALVINI "PAURA PER LA POLTRONA? SI DIMETTA"        data news Oggi DEMIRAL SI PRESENTA "UN ONORE ESSERE ALLA JUVE"        data news Oggi TG ECONOMIA ITALPRESS MARTEDI' 20 AGOSTO 2019       

AGRICHEF FESTIVAL LIGURIA PRIMA EDIZIONE A BRUGITTE BRUSCHI DELL' AGRITURISMO CA SOTTANE DI BORGOMARO

data news
THU 7 Feb | Notizie - Attualità - Entroterra
AGRICHEF FESTIVAL LIGURIA PRIMA EDIZIONE A BRUGITTE BRUSCHI DELL' AGRITURISMO CA SOTTANE DI BORGOMARO

È Brigitte Bruschi dell'Agriturismo Cà Sottane di Borgomaro, nell'entroterra imperiese, la vincitrice della prima edizione di Agrichef Festival Liguria, la manifestazione promossa da Turismo Verde di Cia-Agricoltori Italiani per valorizzare le aziende agricole del nostro paese e la loro cucina.
«Quello dell'agriturismo è il cuoco contadino, colui che coltiva i prodotti che cucina e recupera le antiche ricette della propria terra per riproporle ai suoi ospiti. Il progetto Agrichef nasce proprio con l'intento di trasferire questa professionalità e questo patrimonio di competenze dagli agriturismi ai ragazzi degli istituti alberghieri, affinché venga conservato e tramandato alle prossime generazioni», ha spiegato Tommaso Buffa, direttore nazionale di Turismo Verde, intervenuto alla tappa ligure di Agrichef Festival andata in scena mercoledì 6 febbraio al centro di formazione turistico alberghiera Is.For.Coop ex Miretti di Varazze.
Otto, rispetto ai dieci annunciati, gli agriturismi che si sono cimentati ai fornelli, e tra i quali una giuria tecnica composta da addetti ai lavori e giornalisti specializzati ha scelto di premiare lo squisito “zemin” cucinato dalla signora Brigitte insieme alla figlia Laura, una zuppa della tradizione con verdure al 100% provenienti dai terreni dell'azienda: porri, zucca, patate, aglio, cipolla, sedano, cavolo nero, bietole, olio nostrano Dop, alloro, rosmarino, fagioli di conio presidio slowfood e pezzi di maiale a chilometro zero della vicina azienda agricola Cà degli Ormei.
«Eravamo venute quasi per scherzo, per metterci in gioco e far conoscere la nostra azienda, ed invece adesso ce ne andremo addirittua a Roma!» commentano, soddisfatte e anche un po' incredule, Brigitte e Laura. Toccherà a loro, dunque, rappresentare la Liguria alle finali nazionali dell'Agrichef Festival 2019, in programma ad aprile nella capitale. E pensare che, per vincere, è "bastata" una zuppa: «Per realizzare buoni piatti non servono ingredienti complicati, bastano preparazioni semplici ma fatte bene: i nostri nonni si sfamavano con le minestre, ed erano buone, dunque perché non riproporle?», conclude l'Agrichef vincitrice.
Particolarmente soddisfatta per l'esito di questa prima edizione del Festival è Federica Crotti, presidente di Turismo Verde Liguria: «È importante sottolineare il legame alla tradizione del territorio di tutti i piatti presentati, ed il fatto che siano stati realizzati quasi esclusivamente con ingredienti prodotti in azienda o comunque a chilometro zero, perché è proprio questo il valore aggiunto degli agriturismi».
«Veramente una manifestazione riuscitissima, grazie anche alla preziosa collaborazione con l'istituto Is.For.Coop di Varazze e al livello dei piatti presentati. Questo però è solo l'inizio, continueremo a lavorare in futuro per far conoscere a sempre più persone i piatti del nostro territorio e la qualità e professionalità delle nostre aziende», ha concluso Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria, ringraziando per la presenza, in rappresentanza delle istituzioni, il sindaco di Varazze Alessandro Bozzano e del presidente del consiglio regionale Alessandro Piana.

pulsante torna su