Ultime notizie:

  data news Oggi 5,5 MILIONI DAL PSR PER LE AZIENDE BIOLOGICHE, ECOCOMPATIBILI E ANIMALI LOCALI A RISCHIO ESTINZIONE        data news Oggi NUOVA CONDOTTA DEL ROJA, IL SINDACO SCAJOLA TROVA I FONDI I IN REGIONE        data news Oggi PER LA PASQUA IN RIVIERA TANTI TURISTI MA NON C’E’ IL TUTTO ESAURITO        data news Oggi PROSEGUONO I RISARCIMENTI PER LE AZIENDE DELLA ZONA ROSSA DI PONTE MORANDI        data news Oggi CROLLO TORRE PILOTI A GENOVA, PER I GIUDICI “COLPEVOLE RITARDO DELL’EQUIPAGGIO”       

PD LIGURIA: 'DDL MAI SUI PARCHI TAGLIA MILLE ETTARI DI AREE PROTETTE E DANNEGGIA L’AMBIENTE'

data news
TUE 9 Apr | Notizie - Politica - Liguria
PD LIGURIA: 'DDL MAI SUI PARCHI TAGLIA MILLE ETTARI DI AREE PROTETTE E DANNEGGIA L’AMBIENTE'

Gruppo Pd Regione Liguria è intervenuto in merito alla Legge dell’assessore Stefano Mai sui Parchi, che ha visto il voto contrario di Pd, Rete a Sinistra - Liberamente Liguria e Movimento 5 Stelle.

Un provvedimento sbagliato, secondo il Partito Democratico, che oltre a cancellare mille ettari di aree protette in Liguria, rappresenta una grande occasione persa per il territorio, maglia nera tra le Regioni italiane per la tutela dei parchi.

"Questa maggioranza parco-fobica ha dimostrato sin dall’inizio del proprio mandato quali fossero le sue intenzione in materia ambientale" affermano dal gruppo Pd, e continuano: "L’accanimento nei confronti delle aree protette, oggi evidente a tutti, è iniziato con il Piano Casa, che nelle sua prima versione – per fortuna modificata grazie alla battaglia di associazioni e opposizioni – veniva esteso proprio ai parchi. Poi la Giunta ha tagliato le risorse regionali a questi Enti e ha iniziato una lotta senza quartiere alle aree contigue di tutti i parchi, che, tra l’altro, erano state istituite, dal precedente assessore all’Ambiente del centrodestra Orsi a inizio 2000. Ma non è tutto. Il consigliere di maggioranza Costa ha presentato un provvedimento per l’abolizione del Parco di Montemarcello Magra e Vara (per fortuna perso nei meandri delle commissioni), mentre l’assessore Mai sta facendo di tutto per mettere i bastoni fra le ruote al percorso avviato dal precedente Governo (e sostenuto da quello attuale) per l’istituzione del Parco Nazionale di Portofino, come si trattasse di un problema e non di un’opportunità.

E adesso arriva questa legge, che invece di riorganizzare le aree protette, come si chiedeva da tempo, ne fa strame. Oltre al già citato taglio di mille ettari – mentre altre Regioni come il Piemonte aumentano la superficie dei parchi perché sanno benissimo che oltre a essere dei baluardi della biodiversità rappresentano anche dei polmoni di sviluppo economico molto importanti – questa legge impedisce al Comune di Urbe di entrare a far parte, per i 3% del suo territorio, del Parco del Beigua, nonostante tutta la comunità del Parco avesse votato all’unanimità la variante per farlo entrare; sopprime la previsione di istituzione del Parco del Finalese e non affronta la questione della vigilanza nelle aree protette."



pulsante torna su