Ultime notizie:

  data news Ieri La Roma vince 1-0 con il Gent nell'andata sedicesimi di Europa League        data news Ieri L'Inter vince in Bulgaria nell'andata dei sedicesimi di Europa League        data news Ieri Al via l'anno accademico dell'Universita' Europea di Roma        data news Ieri Miglior tempo Raikkonen a Barcellona, polemiche sul volante Mercedes        data news Ieri Vertenze del pubblico impiego, la Confsal chiede chiarezza al Governo       

NEL 2019 TRAFFICO AEREO +4%, FIUMICINO PRIMO AEROPORTO

data news
FRI 24 Jan | Italpress
NEL 2019 TRAFFICO AEREO +4%, FIUMICINO PRIMO AEROPORTO

ROMA (ITALPRESS) - Traffico aereo in crescita per il sistema aeroportuale italiano che chiude il 2019 con 193,1 milioni di passeggeri, il 4% in piu' rispetto al 2018, e 1,6 milioni di movimenti aerei, pari al +2,7%, sempre sull'anno precedente.

Continua, invece, la contrazione del traffico cargo iniziata nel 2018: nel 2019 il calo e' stato del 3,2% con 1,1 milioni di tonnellate di merci trasportate. Secondo i dati raccolti da Assaeroporti, i passeggeri transitati nei 39 scali italiani monitorati sono stati 193.102.660, ovvero 7,4 milioni in piu' rispetto all'anno precedente. L'incremento del 4% risulta in linea con il trend positivo degli ultimi anni (2014-2019), pur evidenziando una crescita a ritmi meno sostenuti rispetto a quelli registrati nel 2018 (+5,9%) e nel 2017 (+6,4%).

Si conferma trainante il traffico internazionale che supera i 128 milioni di passeggeri, con un incremento del 5,8%. Brusco rallentamento per i voli nazionali che si attestano a un +0,7% contro il +3,3% del 2018. In termini di traffico passeggeri, si posizionano, tra i primi 10 aeroporti italiani, gli scali di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Bergamo, Venezia, Napoli, Catania, Bologna, Palermo, Milano Linate (chiuso da fine luglio a fine ottobre 2019) e Roma Ciampino. Secondo Assaeroporti, la crescita del traffico aereo, che conferma un trend positivo iniziato nel 2014, segna nel 2019 un rallentamento riconducibile a diversi fattori legati alla crisi economica, alle tensioni geopolitiche e ad una sempre maggiore concorrenza da parte di scali insistenti sull'area del Mediterraneo.

(ITALPRESS).

ads/com

24-Gen-20 14:32

pulsante torna su