Ultime notizie:

  data news TUE 11 Aug Ferrarini, Intesa Sanpaolo guida la cordata per il rilancio        data news TUE 11 Aug Gasperini "Col Psg è dura ma c'è fiducia di poter fare bene"        data news TUE 11 Aug Coronavirus, nuovi casi in rialzo        data news TUE 11 Aug Roma, da Grillo via libera a Raggi per la ricandidatura "Daje!"        data news TUE 11 Aug Bonus Inps, Garante Privacy "Niente ostacoli a pubblicazione dei nomi"       

Gattuso "Il Barça è fortissimo, dobbiamo scalare l'Everest"

data news
FRI 7 Aug | Italpress
Gattuso 'Il Barça è fortissimo, dobbiamo scalare l'Everest'

BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) - "Domani dovremo scalare l'Everest. In questi mesi ho sentito tante barzellette: Barcellona non in forma, con tanti squalificati. In realtà ha recuperato tutti e ha giocatori spettacolari da vedere. È una squadra fortissima, bisogna rispettarla ma senza avere paura: dobbiamo goderci questa partita, perché i nostri calciatori hanno le capacità per stare a questi livelli". L'allenatore del Napoli Gennaro Gattuso presenta così la sfida di ritorno dei quarti di finale di Champions League in programma domani sul campo del Barcellona. "I numeri ci dicono che nelle dodici partite finali del campionato siamo migliorati nel possesso palla e abbiamo creato tanto, anche se non siamo riusciti a finalizzare - ha osservato il tecnico del club campano - Dalla partita di andata contro il Barcellona ad oggi qualcosa abbiamo migliorato, anzi più di qualcosa. Avremo senza dubbio un grande vantaggio nel giocare a porte chiuse perché sentir cantare 90mila persone non è facile. Ma, secondo me, il fatto di non aver vinto ancora nulla quest'anno dà più forza al Barcellona, perché vorrà riscattarsi". Per quanto riguarda la formazione, il dubbio più grande è rappresentato dalla presenza di Insigne: "Lorenzo ieri ha fatto il 50 per cento del lavoro con noi, oggi invece tutto l'allenamento - ha spiegato Gattuso - Domani voglio sicuramente sentire dalla sua bocca che si sente al massimo, perché sarà una decisione sua, mia e dei dottori: giocherà solo se sarà al cento per cento e in quel caso ci darà una grande mano, altrimenti non scenderà in campo".

(ITALPRESS).

pal/red

07-Ago-20 19:45

pulsante torna su