Ultime notizie:

  data news TUE 11 Aug Ferrarini, Intesa Sanpaolo guida la cordata per il rilancio        data news TUE 11 Aug Gasperini "Col Psg è dura ma c'è fiducia di poter fare bene"        data news TUE 11 Aug Coronavirus, nuovi casi in rialzo        data news TUE 11 Aug Roma, da Grillo via libera a Raggi per la ricandidatura "Daje!"        data news TUE 11 Aug Bonus Inps, Garante Privacy "Niente ostacoli a pubblicazione dei nomi"       

CORONAVIRUS: DONAZIONE PER IL REPARTO DI RIANIMAZIONE DI SANREMO PER L'ACQUISTO DI UN VENTILATORE E DI UN MONITOR

data news
SAT 14 Mar | Notizie - Cronaca - Sanremo
CORONAVIRUS: DONAZIONE PER IL REPARTO DI RIANIMAZIONE DI SANREMO PER L'ACQUISTO DI UN VENTILATORE E DI UN MONITOR

Tra i gesti di generosità pervenuti a favore di ASL1, in queste ore, c’è anche una donazione destinata al reparto di Rianimazione dell’Ospedale di Sanremo. L’erogazione, effettuata da un cittadino sanremese, sarà devoluta per l’acquisto di un ventilatore per la respirazione meccanica e un monitor per il controllo dei parametri vitali dei pazienti ricoverati.
Due importanti strumenti per un reparto in prima linea in questi giorni di emergenza Coronavirus. Ideatore dell’iniziativa è il Dott. Nicola Lanteri, commercialista, che ha deciso di puntare sul “virus” buono della solidarietà per esprimere la sua vicinanza al mondo della sanità.
“A nome dell’azienda, ringrazio il Dott. Lanteri per la donazione devoluta al repar-to di Rianimazione e la sensibilità dimostrata – afferma il Direttore Generale di ASL1, Marco Damonte Prioli – in un momento così delicato, la solidarietà, nelle sue molteplici manifestazioni, è un messaggio positivo che accompagna e sostiene il grande impegno di cura e assistenza ai cittadini richiesto in questa fase di emergenza”.
“Mi è sembrato che in questa fase dell’evoluzione infettiva, avere a disposizione ulteriori apparecchiature destinate ad incrementare l’offerta terapeutica fosse una scelta preferibile per la collettività – afferma Nicola Lanteri - Avere una città con una efficiente struttura sanitaria, con Medici ed Operatori Sanitari soddisfatti ed appagati del servizio che riescono ad erogare, con pazienti contenti per le cure che ricevono, non può che aumentare la visibilità della città e del suo comprensorio, con ricadute benefiche in tutto il corrispondente contesto economico. Altre iniziative sono in corso e questo non può che riempire di felicità. Partiamo da questo disagio, e, per alcuni, da questa sofferenza, per cercare di ritrovare valori sempre esistiti, ma forse per troppo tempo sopiti”.


pulsante torna su