Ultime notizie:

  data news Ieri La dj Viviana Parisi è morta, il corpo trovato nel bosco a Caronia        data news Ieri Show Messi, Napoli sconfitto e fuori dalla Champions        data news Ieri La Juve riparte da Andrea Pirlo: è il nuovo allenatore        data news Ieri Coronavirus, 347 nuovi casi e 13 decessi        data news Ieri Fiere e congressi ripartono, Pazzali "Vediamo la fine del tunnel"       

COPPA DEL MONDO DI SCHERMA MARA NAVARRIA SECONDA NEL GP DI DOHA

data news
MON 27 Jan | Notizie - Sport - Liguria
COPPA DEL MONDO DI SCHERMA MARA NAVARRIA SECONDA NEL GP DI DOHA

Mara Navarria piange sul podio del Gp di Doha. Ha appena chiuso al secondo posto una gara che è
particolarmente nelle sue corde da sempre, ma quelle non sono lacrime di gioia. Sono lacrime di dolore e lutto.
Poco dopo il termine della gara, infatti, le hanno comunicato da casa la scomparsa della nonna paterna, Vanda. Su
quello stesso podio, nel 2015, la spadista friulana di base a Rapallo, aveva pianto per la scomparsa dello storico
maestro Oleg Pouzanov, salutato all'epoca con una vittoria.
Quello di ieri è il decimo podio in carriera in Coppa del Mondo per Mara Navarria. In Qatar aveva conquistato il
primo successo in assoluto, nel 2012, e aveva trionfato di nuovo nel già citato 2015. Sempre a Doha era stata
seconda nel 2017. In finale, in un remake dell'ultimo atto del Mondiale di Wuxi 2018 che la vide laurearsi
campionessa iridata, Mara Navarria ha incontrato la rumena Ana Maria Popescu, che l'ha superata per 15-9.
Precedentente l'atleta del maestro Roberto Cirillo aveva sueprato l'estone Erika Kirpu in semifinale col punteggio di
15-13, e la francese Auriane Mallo ai quarti per 15-9. Al primo assalto di giornata, nel tabellone delle 64, la
campionessa del mondo del 2018 aveva superato in rimonta per 15-14 l'estone Irina Embrich, nel tabellone delle
32 aveva eliminato un'altra estone, Kristina Kuusk col punteggio di 15-10. Agli ottavi aveva poi avuto ragione della
russa Tatiana Gudkova ancora per 15-10.
Con questo secondo posto, la spadista che si allena a Rapallo sale dal 15° all'8° posto nel ranking mondiale
d'arma. «Un argento che ho voluto sin dalle prime stoccate, volevo tornare sul podio, volevo dimostrare a me
stessa che il percorso è quello giusto – queste le parole di Mara nell’immediato dopo gara - dopo la vittoria con la
squadra a Cuba puntavo a ritornare sul podio anche nell’individuale, avevo buone sensazione e grazie al mio team
- Roberto Cirillo, Rosita Gagliardi, breath trainer, Andrea Lo Coco e Alessandro Vergendo, mental coach - sono di
nuovo sul podio e ho conquistato questa medaglia d’argento. È un segnale fondamentale perché stiamo lavorando
nel modo giusto: preparazione fisica, tecnica, mentale e respirazione. Non vedo l’ora di partire per la prossima
tappa di Coppa del Mondo a Barcellona».

pulsante torna su