Ultime notizie:

  data news Ieri IL MILAN SOFFRE A VERONA MA VINCE CON UN RIGORE DI PIATEK        data news Ieri IMMIGRAZIONE, CRIMI "SENZA REDISTRIBUZIONE I PORTI RESTANO CHIUSI"        data news Ieri PD, ZINGARETTI "NO ALLA SCISSIONE, SAREBBE UN ERRORE GRAVISSIMO"        data news Ieri POKER DELLA ROMA, SASSUOLO BATTUTO 4-2, IN GOL AL DEBUTTO MKHITARYAN        data news Ieri IMPRESA BOLOGNA A BRESCIA, CAGLIARI OK A PARMA, SPAL BATTE LAZIO       

IL COMUNE DI DOLCEDO DIFENDE IL FAUDO: NIENTE MOTO SUI SENTIERI. SOLO SU STRADA E A 20 KM/H

data news
FRI 16 Aug | Servizi - Attualità - Entroterra

Dopo le notizie diffuse da alcuni organi di informazione circa la presenza di motociclisti nei fine settimana di agosto e settembre lungo le pendici del Faudo, pronti a segnalare eventuali incendi boschivi, il Comune di Dolcedo in una nota ha ribadito che nel 2018 è stata istituita l’Area Naturalistica del Monte Faudo, iniziando così un lavoro di riqualificazione e tutela del patrimonio naturalistico e paesaggistico di un’area montana di grande pregio, da valorizzare e promuovere anche in chiave turistica per attività outdoor, legate al trekking, alle passeggiate a cavallo o in bicicletta. Per questo è stata implementata la Rete Escursionistica della Liguria con nuovi tracciati e sono stati posizionati i cartelli per il divieto di transito con mezzi a motore lungo i sentieri, nel bosco e sui prati. Un divieto che il Comune di Dolcedo conferma senza distinzioni, ricordando che i mezzi a motore nella zona del Faudo possono utilizzare soltanto la strada sterrata principale, percorrendola a 20 chilometri orari. Lo stesso Comune ribadisce che ogni violazione verrà punita con le sanzioni previste per i trasgressori.

pulsante torna su