Ultime notizie:

  data news Oggi Finanziamento europeo da 2,3 mln per progetto Universita' Tor Vergata        data news Ieri Coronavirus, da Autostrade esenzione pedaggio per sanitari in servizio        data news Ieri Coronavirus, in Italia 83.049 positivi, 13.915 morti e 18.278 guariti        data news Ieri Da Pittsburgh primo vaccino contro Covid-19, superati test su animali        data news Ieri Coronavirus, Conte "Serve una risposta europea forte e tempestiva"       

RIVIERACQUA, ASSEMBLEA SINDACI SENZA NUMERO LEGALE, MA SI DISCUTE SU INGRESSO DEI PRIVATI

data news
THU 13 Feb | Servizi - Attualità - Imperia

L’Assemblea dei sindaci dell’Ambito idrico imperiese e andorese, riunitasi oggi nel palazzo comunale di Sanremo, ha visto ancora una volta, come già accaduto in passato, la mancanza del numero legale, soprattutto per le assenze dei rappresentati dei Comuni minori. I sindaci presenti hanno comunque chiesto al commissario regionale Gaia Checcucci di mettere in atto le azioni necessarie per l’ingresso nella società pubblica dei Comuni che ancora non ne fanno parte. Per il sindaco di Diano marina Giacomo Chiappori, che ha anche chiesto la verifica precisa del valore di acquisizione delle reti di Amat Imperia, a suo tempo stimato in 23 milioni di euro, l’ingresso di tutti i Comuni dell’Ambito è la condizione imprescindibile per poter in seguito decidere in merito all’eventuale ingresso di soci privati in Rivieracqua. Anche sulla quota che dovrebbero avere i privati il dibattito è aperto e si discute su percentuali che variano dal 30 al 49 percento. Intanto il prossimo 26 febbraio nel Tribunale di Imperia ci sarà l’ennesima udienza per la procedura di fallimento intentata a carico di Rivieracqua dall’Amat di Imperia, che lamenta il mancato pagamento di fatture per oltre due milioni di euro. E molto dipenderà da cosa decideranno i giudici imperiesi, a meno che non vi sia l’ennesimo rinvio.

pulsante torna su