Ultime notizie:

  data news Oggi 5,5 MILIONI DAL PSR PER LE AZIENDE BIOLOGICHE, ECOCOMPATIBILI E ANIMALI LOCALI A RISCHIO ESTINZIONE        data news Oggi NUOVA CONDOTTA DEL ROJA, IL SINDACO SCAJOLA TROVA I FONDI I IN REGIONE        data news Oggi PER LA PASQUA IN RIVIERA TANTI TURISTI MA NON C’E’ IL TUTTO ESAURITO        data news Oggi PROSEGUONO I RISARCIMENTI PER LE AZIENDE DELLA ZONA ROSSA DI PONTE MORANDI        data news Oggi CROLLO TORRE PILOTI A GENOVA, PER I GIUDICI “COLPEVOLE RITARDO DELL’EQUIPAGGIO”       

I DATI DI UNIONCAMERE SU IMPRESE GIOVANI, ROSA E STRANIERE IN LIGURIA

data news
MON 11 Feb | Servizi - Attualità - Liguria

A fronte di un saldo complessivamente positivo per le imprese liguri, l’imprenditoria giovanile, femminile e straniera nel 2018 ha tenuto. Lo evidenzia Unioncamere, l’Unione delle Camere di commercio liguri, che sottolinea come il saldo tra iscrizioni e cessazioni risulti positivo per tutte e tre le tipologie, anche se in leggero calo rispetto al 2017: imprese giovanili +1.414, femminili +9 e straniere +496 unità. Il settore preferito dai giovani è il commercio, che incide per il 25% sul totale delle attività, seppur in calo del 4,7% rispetto al 2017, seguito dalle costruzioni, che perdono il 7,8% delle imprese. Anche il settore turistico, fino allo scorso anno in crescita, ha accusato una lieve flessione dello 0,9%. Quasi un’impresa femminile su tre svolge invece attività commerciale (in lieve flessione, -1,6%); seguono i servizi di alloggio e ristorazione, in aumento dell’1,9% e altre attività di servizi (+2,9%), in particolare parrucchiere ed estetiste. Gli stranieri, infine, sono più numerosi nelle costruzioni (+1,9% rispetto al 2017), settore in cui confluisce il 38% delle imprese straniere, seguito dal commercio (+0,9%) e, molto più distanziati, i servizi di alloggio e ristorazione (+5,8%). La comunità straniera più numerosa resta quella albanese, seguita da quella marocchina, rumena e cinese. Gli addetti delle imprese giovanili ammontano a oltre 22 mila unità, in calo del 2,3% rispetto al 2017. In aumento dello 0,4% gli addetti delle imprese femminili, che superano quota 79 mila unità. Continua infine la graduale e costante crescita degli addetti nelle imprese straniere: tra il 2017 e il 2018 sono cresciuti del 3,2% superando seppur di poco quota 31 mila.

pulsante torna su