Ultime notizie:

  data news Oggi Sala "Patente immunita'? Me ne ricordero'", Solinas "Garantire salute"        data news Oggi Il piano Macron piace al mondo dell'auto "Sia uno stimolo per l'Italia"        data news Oggi Von der Leyen "Dall'Ue 2.400 miliardi complessivi per la ripresa"        data news Oggi GRAVI ATTI CRIMINOSI CONTRO IL COLLEGA DANIELE LA CORTE, LA SOLIDARIETA' DI ORDINE, ASSOCIAZIONE E GRUPPO CRONISTI LIGURI        data news Oggi Aereo nel Tevere, recuperato il corpo del ragazzo disperso       

CROLLO TORRE PILOTI A GENOVA, PER I GIUDICI “COLPEVOLE RITARDO DELL’EQUIPAGGIO”

data news
SAT 20 Apr 2019 | Servizi - Cronaca - Genova

La tragedia del crollo della torre piloti del porto di Genova, abbattuta da una nave della compagnia Messina, che causò nove vittime, va ricercata anche nel “colpevole ritardo con cui l'equipaggio ha preso coscienza della mancata partenza del motore". Lo hanno scritto i giudici della Corte di Appello nelle motivazioni della sentenza di secondo grado che ha assolto il pilota del porto Antonio Anfossi e il comandante d'armamento Giampaolo Olmetti e parzialmente confermato le condanne degli altri imputati. In Appello il comandante della Jolly Nero Roberto Paoloni è stato condannato a 9 anni e 11 mesi, il primo ufficiale Lorenzo Repetto a 8 anni e 6 mesi e il direttore di macchina Franco Giammoro a 7 anni. Per i giudici di Appello infatti il comandante Paoloni "non adottò le misure corrette dopo avere preso atto che il contagiri non funzionava, sbagliò la procedura di riavvio e diede in ritardo l'ordine di fondo alle ancore", mentre il pilota Anfossi "fu rassicurato dal comandante che tutti gli strumenti funzionavano e non messo al corrente di quanto stava succedendo. Anzi, nonostante la carenza delle informazioni, non appena si rese conto che l'abbrivio della nave non diminuiva, diede i suggerimenti giusti delle manovre da fare a Paoloni".

pulsante torna su