Ultime notizie:

  data news TUE 11 Aug Ferrarini, Intesa Sanpaolo guida la cordata per il rilancio        data news TUE 11 Aug Gasperini "Col Psg è dura ma c'è fiducia di poter fare bene"        data news TUE 11 Aug Coronavirus, nuovi casi in rialzo        data news TUE 11 Aug Roma, da Grillo via libera a Raggi per la ricandidatura "Daje!"        data news TUE 11 Aug Bonus Inps, Garante Privacy "Niente ostacoli a pubblicazione dei nomi"       

FALLIMENTO MONDOMARINE, LA FINANZA DI SAVONA ESEGUE QUATTRO CUSTODIE CAUTELARI E SEQUESTRI

data news
MON 2 Mar | Servizi - Cronaca - Savona

La Guardia di finanza di Savona ha eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare, due in carcere e due agli arresti domiciliari, emesse dal Gip del Tribunale savonese Fiorenza Giorgi, nei confronti di tre ex amministratori delegati della società savonese Mondomarine e di un imprenditore lombardo. Per tutti l’accusa è di bancarotta fraudolenta. A finire in carcere l’imprenditore lombardo e l’ex amministratore delegato di Mondomarine Roberto Zambrini; ai domiciliari altri due ex amministratori di Mondomarine, Paolo Formaglio e Carlo Samuele Pelizzari. I finanzieri hanno anche proceduto a perquisizioni e al sequestro preventivo di denaro, beni mobili ed immobili per oltre 12 milioni di euro. L’indagine su Mondomarine era stata avviata nel 2017, a seguito della procedura di concordato preventivo chiesta dalla stessa società di cantieri navali di Savona. Gli inquirenti hanno raccolto prove circa la sottrazione fraudolenta di ingenti somme di denaro dalle casse societarie, trasferite su conti esteri riconducibili ai soggetti coinvolti, anche attraverso l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti. Oltre ai quattro arrestati, altre tre persone sono state denunciate a piede libero.

pulsante torna su