Ultime notizie:

  data news Ieri IL MILAN SOFFRE A VERONA MA VINCE CON UN RIGORE DI PIATEK        data news Ieri IMMIGRAZIONE, CRIMI "SENZA REDISTRIBUZIONE I PORTI RESTANO CHIUSI"        data news Ieri PD, ZINGARETTI "NO ALLA SCISSIONE, SAREBBE UN ERRORE GRAVISSIMO"        data news Ieri POKER DELLA ROMA, SASSUOLO BATTUTO 4-2, IN GOL AL DEBUTTO MKHITARYAN        data news Ieri IMPRESA BOLOGNA A BRESCIA, CAGLIARI OK A PARMA, SPAL BATTE LAZIO       

A VENTIMIGLIA MANIFESTAZIONI E MINACCE DI MORTE AL SINDACO PER UNA FONTANA SPOSTATA

data news
SAT 17 Aug | Servizi - Cronaca - Ventimiglia

Se non fosse che il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino ha addirittura ricevuto delle minacce di morte, si potrebbe dire “tanto baccano per nulla”. Ci riferiamo allo spostamento di una delle tante fontanelle pubbliche deciso dal Comune di Ventimiglia dopo l’ennesimo atto vandalico che ne ha provocato la rottura. La fontana si trovava nei giardini Tommaso Reggio, solitamente frequentati da migranti e l’intervento dell’Amministrazione è stato subito letto come un atto contro gli stranieri. Tanto che il primo cittadino è stato minacciato di morte e questa mattina davanti ai giardini alcuni attivisti hanno manifestato, distribuendo bottigliette di acqua ai migranti. Per Scullino, che ha anche presentato denuncia contro ignoti ai carabinieri, la situazione è diventata intollerabile. Il sindaco ventimigliese ha spiegato chiaramente che, come accaduto per altre fontane pubbliche, il comune è intervenuto per rimuovere la fontana rotta e visti i continui atti vandalici a danno dell’impianto, ha deciso di spostarla di qualche metro. Gaetano Scullino ha evidenziato come l’episodio sia stato manipolato e strumentalizzato, trasformandolo in una notizia in realtà priva di fondamento e rimbalzando così addirittura alle cronache nazionali e fomentando l’odio nei confronti dello stesso primo cittadino.

pulsante torna su