Ultime notizie:

  data news Ieri IL SUD ITALIA STA DIVENTANDO UN'AREA DI PASSAGGIO        data news Ieri STRETTO DI MESSINA, COINCIDENZE PIÙ EFFICIENTI FRA TRENI E NAVI VELOCI        data news Ieri LA JUVE ABBRACCIA DE LIGT, RAIOLA "UN MIX FRA NEDVED E IBRA"        data news Ieri PRIMA VITTORIA PER EWAN AL TOUR DE FRANCE, CICCONE SFORTUNATO        data news Ieri DAL RUGBY AI GIOCHI DI TOKYO, GIAPPONE E ITALIA SEMPRE PIÙ VICINI       

TG AMBIENTE AGENZIA DIRE SMOG E FOGNE, ITALIA DI NUOVO DEFERITA A CORTE UE

data news
TUE 12 Mar | Speciali - Attualità - Fuori Liguria

La Commissione europea ha nuovamente deferito l’Italia alla Corte di giustizia Ue per la ripetuta violazione dei limiti annuali e orari di biossido di azoto nell’aria delle città e per il mancato adeguamento alle norme Ue dei sistemi di trattamento delle acque di scarico in oltre 700 agglomerati e 30 aree sensibili dal punto di vista ambientale, con più di 2mila abitanti. L’Italia è già stata deferita alla Corte per sforamento dei limiti di Pm10. Le aree soggette a sforamento dei limiti di NO2 sono state grandi città come Milano, Torino e Roma e centri più piccoli come per esempio Catania, Campobasso, Genova e aree come la Pianura Lombarda e la Costa Toscana. “Ci era stata annunciata una procedura di aggravamento su biossido di azoto e acque reflue, ma la Commissione europea ha anche evidenziato, mettendolo nero su bianco, la bontà del nostro lavoro e del nostro impegno, soprattutto per le misure in arrivo sul fronte della qualità dell’aria”, dice il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

pulsante torna su