Ultime notizie:

  data news Oggi CONTE RASSEGNA LE DIMISSIONI AL QUIRINALE, DOMANI AL VIA CONSULTAZIONI        data news Oggi OPEN ARMS: DISPOSTO SEQUESTRO E SBARCO MIGRANTI, ONG "FINISCE INCUBO"        data news Oggi M5S A SALVINI "PAURA PER LA POLTRONA? SI DIMETTA"        data news Oggi DEMIRAL SI PRESENTA "UN ONORE ESSERE ALLA JUVE"        data news Oggi TG ECONOMIA ITALPRESS MARTEDI' 20 AGOSTO 2019       

TG SCIENZA AGENZIA DIRE : LE MISSIONI EUROPEE DEL 2019 NELLO SPAZIO

data news
MON 7 Jan | Speciali - Cultura e Spettacolo - Fuori Liguria

Per l’Europa e soprattutto per il made in Italy dello Spazio, quello che ci siamo lasciati alle spalle, è stato un anno ricco di scoperte, esperienze e successi oltre l’atmosfera e i presupposti per il 2019 non sono da meno. Satelliti, missioni e anniversari sono i protagonisti dei prossimi 12 mesi.
L’Italia inaugurerà il nuovo anno spaziale con il lancio del satellite Prisma. Lo scopo della missione PRISMA (PRecursore IperSpettrale della Missione Applicativa), pianificata per il mese di febbraio 2019, è di testare un dimostratore tecnologico dotato di strumenti ottici per il monitoraggio delle risorse naturali e delle caratteristiche dell’atmosfera.
PRISMA sarà in grado di monitorare i fenomeni geologici che avvengono in Italia, lo stato delle risorse naturali, la qualità dell’aria e i livelli di inquinamento.
Le immagini ottiche di Prisma potranno essere affiancate a quelle radar della costellazione Cosmo-SkyMed che proprio quest’anno vedrà la messa in orbita del primo satellite della seconda generazione. Insieme, Cosmo e Prisma forniranno un valido ausilio alle attività della protezione civile e delle agenzie di protezione ambientale.
Il satellite, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), è costruito sulla piattaforma MITA della OHB Italia. L’unico strumento scientifico presente a bordo è un dispositivo elettro-ottico fornito da Leonardo e composto da un sensore iperspettrale e una telecamera pancromatica con una risoluzione spaziale di 30 metri. Il controllo del satellite sarà effettuato dal Centro spaziale del Fucino in banda S, mentre i dati ottenuti saranno scaricati in banda X ed elaborati presso il Centro di geodesia spaziale Giuseppe Colombo di Matera.
Di fatto questa missione vedrà l’Italia doppiamente protagonista, infatti Prisma verrà lanciato a bordo del collaudato vettore Vega. Sarà il 14° lancio per il gioiellino italiano.
Prevista per i primi di luglio la partenza della missione “Beyond” di Luca Parmitano durante la quale sono previsti più di 50 esperimenti, di cui 7 made in Italy. L’astronauta dell’Esa ricoprirà anche il ruolo di comandante, diventando così il primo italiano a rivestire questa carica sulla Stazione spaziale internazionale.

pulsante torna su