Iniziato il conto alla rovescia per l’Albenga Jazz Festival 2022

L’Albenga Jazz Festival 2022, organizzato dall’associazione “Le Rapalline in Jazz APS” con il patrocinio del Comune di Albenga, si terrà il 22, 23 e 24 agosto nel Centro storico di Albenga, con anteprima il 1° agosto.

Il Festival, dopo tre anni, tornerà, per i suoi eventi clou serali, nella splendida cornice di Piazza San Michele.

Vi saranno tre eventi pomeridiani, che si terranno, il 22/23/24 agosto, tutti alle ore 18, in Piazza Trincheri, e tre concerti serali, che si terranno sempre il 22/23/24 agosto, tutti in Piazza San Michele, alle ore 21,30.

Il 1° agosto, alle ore 21,30,  vi sarà l’anteprima del Festival, nella Cattedrale di San Michele ad Albenga.

Il Maestro Andrea Verrando terrà un concerto di musica all’organo Serassi della Cattedrale,  con elementi di improvvisazione.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’associazione Vallinmusica e con il Festivalcontrario.

Il Maestro Andrea Verrando è organista titolare della Cappella Musicale della Diocesi di Ventimiglia – Sanremo. Dal 2008 è organista del grande organo Carrara della Cattedrale di Ventimiglia del quale ricopre la carica di organista titolare dal 2021. E’ docente della classe di organo liturgico della Scuola Diocesana di Musica Sacra della Diocesi di Ventimiglia – Sanremo.

Il 22 agosto, alle ore 18, in Piazza Trincheri il musicologo, docente  e scrittore Luca Bragalini presenterà il libro di Giannino Balbis “Riccardo Zegna si racconta”; libro la cui pubblicazione è stata promossa dalla nostra Associazione. Saranno presenti l’autore e Riccardo Zegna, grandissimo pianista, compositore, arrangiatore e docente. Verranno proiettati filmati musicali ed immagini fotografiche.

Il 22 agosto, ore 21,30,  in Piazza San Michele si terrà il concerto della formazione THE EUROPEAN SWING MACHINE feat ANTONIO HARTAntonio Hart: sax alto
Olivier Hutman: piano
Aldo Zunino: contrabbasso
Bernd Reiter: batteria

Nato a Baltimora nel settembre del 1968, Antonio Hart è considerato una delle più importanti voci moderne del sax alto. Antonio ha avuto una ricca carriera ricca di collaborazioni, con nomi come Dizzy Gillespie, Dave Holland, Terence Blanchard, Gerald Wilson e molti altri. Il suo modo di suonare energico e swingante, fortemente ancorato alla tradizione, ma anche ricco di eccitanti aspetti innovativi, lo rende uno dei sassofonisti più impressionanti della scena contemporanea.
Sarà affiancato dalla European Swing Machine  un eccezionale trio europeo con musicisti affermati provenienti da Francia, Italia e Austria;  realmente, una “macchina da swing” 

Il 23 agosto, ore 18, Piazza Trincheri, concerto dei 

FOOL ARCANA

Cecilia Barra Caracciolo: voce

Riccardo Oliva: basso

Fabio Visocchi: tastiere

Gianluca Pellerito: batteria

Riccardo Sala: sax tenore

Gruppo creativo e dinamico composto da giovani musicisti, Fool Arcana mischia i generi per spingerli oltre il loro limite, nella ricerca di sound unico e personale. Nel loro repertorio il neo soul e il jazz incontrano l’R&B contemporaneo e il funk, con giusto un tocco di hip-hop.

Il 23 agosto, ore 21,30,  in Piazza San Michele, concerto del PIETRO TONOLO, JORGE ROSSY, DARIO DEIDDA TRIO

Pietro Tonolo: sassofoni

Dario Deidda: basso

Jorge Rossy: batteria, vibrafono

Il trio “pianoless” (sax, basso batteria) è un organico non molto comune nella storia del jazz che tuttavia ha dato contributi di livello altissimo; tra i grandi sassofonisti che hanno frequentato questa formazione viene subito in mente Sonny Rollins che a partire dagli anni 50 ha prodotto una serie di capolavori (basti ricordare la “Freedom Suite” o “A Night at the Village Vanguard”) ma anche Lee Konitz (“Motion” con Elvin Jones alla batteria o il piu’ recente “Three Guys” con Steve Swallow e Paul Motian). 

Anche Pietro Tonolo si è spesso espresso in trio (ad esempio con Henri Texier e Aldo Romano o con Joe Chambers e Ira Coleman o Essiet Essiet). 

Dario Deidda e Jorge Rossy sono tra i più richiesti musicisti della scena internazionale contemporanea, vantano collaborazioni illustri con musicisti di grande livello.

Il 24 agosto, ore 18, Piazza Trincheri, LA LIUTERIA DI SANTO VRUNA

Giannino Balbis intervista Santo Vruna, liutaio di Albenga, le cui chitarre hanno ottenuto importanti riconoscimenti da parte di strumentisti di livello internazionale.

Interverrà l’ENSEMBLE di CHITARRE del Conservatorio di Nizza dirette da FLORIANE BEAUDREY

Il 24 agosto, ore 21,30, in Piazza San Michele, ALMA SWING meets BIRELI LAGRENE

Lino Brotto: chitarra

Mattia Martorano: violino

Andrea Boschetti: chitarra

Beppe Pillotto: contrabbasso

SPECIAL GUEST

Bireli Lagrene: chitarra

In oltre quindici anni di attività Alma Swing è oggi realtà di riferimento dello hot jazz di tradizione europea, in cui lo swing parigino-americano degli Anni Trenta si confonde ad un folklore senza tempo. Con una silhouette rétro ed un tradizionale organico acustico, l’ensemble interpreta con personalità una musica la cui attualità è incessantemente confermata dal successo tributato internazionalmente all’esperienza artistica di Django Reinhardt.Oggi Alma Swing incontra una leggenda della chitarra: Bireli Lagrene, nato in Alsazia nel 1966 da una famiglia di musicisti, sorprende per il suo talento precoce. Polistrumentista, la chitarra lo cattura definitivamente dopo un periodo di ricerca. In breve tempo Bireli costruisce uno stile abbagliante, dimostrando incredibili capacità di adattamento e un talento nell’improvvisazione che lo porta ad essere tra i più grandi chitarristi di tutti i tempi.

A 55 anni, dopo avere indagato tutti i fronti della chitarra moderna e collaborato con i migliori jazzmen del globo (tra i quali Jaco Pastorius, Stephane Grappelli, i chitarristi John McLaughlin, Paco de Lucia, Al Di Meola, Larry Coryell) Biréli, all’apice della carriera, torna alla musica da cui tutto è iniziato: con audacia, tra virtuosismi e profondità, si ritrova a suonare la musica di Django, confermandosi come uno dei più grandi eredi del maestro, pur dimostrando di aver sviluppato un proprio linguaggio musicale libero era raffinato.

I SEMINARI

Quest’anno abbiamo introdotto un’interessante novità: l’ organizzazione di seminari con strumentisti di altissimo livello: Pietro Tonolo, sax, Dario Deidda, basso elettrico, Jorge Rossy, batteria.
Per informazioni sui seminari consultare la pagina Facebook dell’Associazione “Le Rapalline in Jazz”..
Questa mattina l’evento è stato presentato con conferenza stampa a Savona, presso la sede della Fondazione De Mari, la quale, a seguito della partecipazione dell’associazione Le Rapalline in Jazz APS al bando “Spettacoli dal vivo 2022”, ha deliberato di fornire un determinante contributo economico per l’organizzazione del Festival. Alla conferenza stampa era presente, tra gli altri, il Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Albenga, Alberto Passino
Il contributo della De Mari, del Comune di Albenga (il quale da anni supporta le nostre iniziative con entusiasmo e forza propositiva) e di altri numerosi sponsor e contributori (tra i quali i Lions di Albenga, l’associazione Tra Le Torri e La Fondazione  Oddi), hanno permesso anche quest’anno di organizzare un evento gratuito. Tale aspetto – che permette anche a chi non è fortemente motivato di accostarsi a della splendida musica, accontentando comunque gli appassionati di lungo corso – è considerato di grande importanza dalla nostra  associazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.