Luca Crovi a “Un mare di pagine” a Diano Marina il 4 agosto con il noir “Il gigante e la Madonnina”

Luca Crovi, apprezzato romanziere, saggista e fumettista milanese, per molti anni conduttore della celebre trasmissione “Tutti i colori del giallo” su Rai Radio 2, sarà il protagonista del nuovo evento di “Un mare di pagine”, la rassegna promossa dall’assessorato alla cultura di Diano Marina con la direzione artistica di Marco Vallarino per offrire a residenti e turisti un “tuffo nel divertimento letterario”.

L’appuntamento è per giovedì 4 agosto nella cittadina del ponente ligure alle 21 in via Genala zona IAT. L’autore meneghino, già applaudito all’edizione 2021 della manifestazione, presenterà “Il gigante e la Madonnina”, giallo storico pubblicato da Rizzoli e ambientato nella Milano degli anni ’20 e ’30.

Protagonista della storia tinta di noir è il commissario Carlo De Vincenzi, che indagando su una misteriosa serie di suicidi finirà per incontrare il gigantesco pugile Primo Carnera, “la montagna che cammina”, giunto a Milano per un match e rimasto vittima a sua volta di un losco piano criminale ordito all’ombra del duomo.

L’incontro presentato da Vallarino, e organizzato con l’amichevole collaborazione di Loredana Este, ideatrice della rassegna, sarà vivacizzato dalle letture dell’attore Roberto Guidarini e dalla proiezione su maxischermo di cartoline e foto d’epoca.

Ingresso libero. Gradita la prenotazione del posto a sedere al 331 9968852.

Il libro

Maggio 1932. Sotto lo sguardo attento della Madonnina, i milanesi si preparano ad assistere a un grande evento sportivo: il ritorno sul ring di San Siro del boxeur Primo Carnera. Osannato da Mussolini per incarnare la forza e il coraggio dell’Italia fascista, le sue gesta e le sue vittorie in giro per il mondo l’hanno reso un simbolo dello spirito nazionale all’estero, motivo d’orgoglio per l’intero Paese. Tuttavia c’è qualcuno che trama nell’ombra perché il gigante del pugilato italiano perda l’incontro. Qualcuno con cui il commissario Carlo De Vincenzi, conosciuto da tutti come “il poeta del crimine”, ha già avuto a che fare in passato. Intanto, la morte di una giovane donna impegna il poliziotto. Si è lanciata dalla cima del Duomo ma a De Vincenzi qualcosa non torna. Dopo i due precedenti romanzi, continua l’omaggio appassionato di Luca Crovi alla Milano che fu, e al poliziotto di culto del giallo italiano creato da Augusto De Angelis a cavallo tra gli anni Trenta e Quaranta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.