A Varazze un itinerario di riflessione per la Giornata mondiale dell’acqua

Venerdì 31 marzo alle ore 20:45 nella Chiesa San Giacomo in Latronorio dei Frati Minori, in via san Giovanni 16, ai Piani di San Giacomo, si terrà una serata di riflessione e preghiera nell’ambito delle iniziative per la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite al fine di ricordare l’importanza dell'”oro blu” per la sopravvivenza degli esseri viventi sulla Terra. Con la Giornata si vuole sensibilizzare le persone sulla questione critica dell’acqua, a cui non tutti hanno accesso nel mondo e al raggiungimento dell’obiettivo di sviluppo sostenibile dell’ONU: accesso all’acqua e a servizi igienico sanitari per tutti entro il 2030.

Il cambiamento climatico in atto, con la persistente siccità anche in Italia, ci ha resi consapevoli che il problema dell’acqua non riguarda solo qualche Paese lontano da noi: secondo il Consiglio Nazionale delle Ricerche fra il 6% e il 15% della popolazione italiana vive ormai in territori esposti ad una siccità severa o estrema. “L’acqua non è solo un elemento naturale essenziale ma porta in sé una forte valenza simbolica legata alle origini della creazione, alla vita degli uomini e all’esperienza di fede, con un’ampia gamma di significati”, afferma padre Giuseppe Maffeis, guardiano della fraternità francescana.

“Il tema dell’acqua abbraccia dunque tutta l’esistenza umana ed è presente lungo l’intera storia biblica – aggiunge – Anche san Francesco d’Assisi nel ‘Cantico delle creature’ loda il Signore per ‘sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta’. Per tutte queste ragioni proponiamo un itinerario di preghiera e riflessione, che nasce dai molteplici significati simbolici dell’acqua e dalle considerazioni di papa Francesco ai n. 27-31 dell’enciclica ‘Laudato sì’. A ciascuna delle ‘forme dell’acqua’ proposte corrisponde un atteggiamento esistenziale che attende la nostra conversione personale e comunitaria. Proponiamo sette immagini: la mancanza dell’acqua, l’acqua avvelenata, la guerra per l’acqua, l’attraversamento del mare, le lacrime del dolore, l’acqua per ‘lavarsi le mani’, l’acqua della salvezza”.

Lascia un commento