Diano Marina, presso la Sala Mostre “R. Falchi” di Palazzo del Parco è stata allestita la mostra “L’arte, Bellezza della Solidarietà”

A partire da venerdì sarà possibile visitare presso la Sala Mostre “R. Falchi” di Palazzo del Parco la mostra “L’arte, Bellezza della Solidarietà”, interamente dedicata alle opere di Bernardo Asplanato, con tele e disegni su carta che comporranno l’esposizione del Maestro. La mostra verrà inaugurata venerdì 21 aprile alle ore 17.30 di fronte alle autorità del Comune di Diano Marina, nella persona dell’Assessore alla Cultura Sabrina Messico, dei presidenti delle associazioni organizzatrici, il Dott. Antonio Lissoni per A.I.FO. nazionale, la Dott.ssa Gabriella Stabile Re per l’Istituto Internazionale di Studi Liguri e la Direttrice di Palazzo del Parco Dott.ssa Daniela Gandolfi.

Le opere dell’artista saranno presentate dal Prof. Fulvio Cervini, docente dell’Università degli Studi di Firenze, membro del Consiglio di Amministrazione delle Gallerie degli Uffizi e grande conoscitore del pittore. La mostra, frutto di una collaborazione tra A.I.FO. Imperia, Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau e l’Istituto Internazionale di Studi Liguri, espone una piccola parte della produzione artistica del pittore Bernardo Asplanato, che, dopo la sua scomparsa, è stata donata dalla moglie Prof.ssa Anna Maria Larcher ad A.I.FO., Organizzazione di Cooperazione Sociosanitaria Internazionale che da 60 anni opera nei paesi a basso reddito.

Il pittore Bernardo Asplanato, pluripremiato decano dei pittori imperiesi, allievo di Felice Casorati, già titolare della cattedra di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Sanremo, ha da sempre mostrato un forte legame con la propria comunità d’origine e sensibilità nei confronti delle tematiche sociali. Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti, figurano la fondamentale antologica del 1994 dedicatagli dal Comune di Imperia, il successivo omaggio ostensivo in occasione del novantesimo compleanno dell’artista nel 2012, il Premio Anthia 1997 ed il Premio Parasio 2000. La mostra sarà visitabile da venerdì 21 aprile sino a lunedì 1° maggio, tutti i giorni a partire dalle 15.30 sino alle 19.30.

Lascia un commento