“La Prevenzione in Piazza”, appuntamento dedicato alla salute a Savona

Sabato 6 maggio, a Savona, in piazza Sisto IV (nella fascia oraria 9-12,30 e 15-18) si terrà la manifestazione “La Prevenzione in Piazza”: una giornata ricca di iniziative, tutte dedicate alla prevenzione e alla salute.

All’interno degli stand e delle postazioni allestite per l’occasione, un team di medici specialisti volontari, assistiti da personale infermieristico, effettueranno screening e test per rilevare gli indici di alcune malattie spesso occulte: il Glaucoma, la Maculopatia, l’Ambliopia (ossia l’occhio pigro dei bambini in età prescolare), il Diabete e l’Ipertensione Arteriosa; tutte malattie per cui la tempestività d’intervento riveste un ruolo chiave.

L’Oculista controllerà la pressione oculare ed il rischio di sviluppo della maculopatia; l’Ortottista valuterà gli indici dell’Occhio Pigro; il Diabetologo effettuerà la misurazione della glicemia e calcolerà il rischio di sviluppare in futuro il diabete; il Cardiologo rileverà la Pressione Arteriosa quale indice di buono stato del sistema cardio vascolare.

Sempre in Piazza Sisto verrà allestito, a cura della S.C. Igiene e Sanità Pubblica di  Asl 2, un punto vaccinale d’eccezione per la somministrazione della vaccinazione contro l’Herpes Zoster ed Antipneumococcica, dedicato alle persone diabetiche  over 50.

Nel corso della giornata verrà distribuito materiale informativo sulle patologie più comuni, sui corretti e sani stili di vita e su alcuni servizi territoriali come l’Infermieristica di Prossimità. Non potrà mancare qualche gadget per bambini e adulti. 

L’iniziativa – sotto l’egida del Distretto Lions 108 ia3 – è organizzata dal Club Savona Torretta insieme al Club Spotorno–Noli-Bergeggi -Vezzi Portio in diretta collaborazione con ASL 2 e con il patrocinio del Comune di Savona, dell’Ordine dei Medici e dell’Ordine Professioni Infermieristiche di Savona.

Rappresenta un importante momento di sinergia sul territorio al quale contribuiscono molteplici soggettività istituzionali, associative e private, ciascuna in funzione delle proprie finalità e scopi, mettendo a disposizione le proprie risorse a beneficio diretto della comunità.

Questa giornata si aggiunge ad altri eventi sia già realizzati sia futuri, marchiati dal coinvolgimento primario del Lions International. L’ambito sanitario così come quello scolastico e dell’istruzione sono aree in cui l’impegno Lions è molto forte in quanto proiettato al futuro delle nostre comunità, pur restando sempre primario il fronte dei Disastri e della Povertà, grazie all’intervento della Fondazione Internazionale Lions.

“Ci ha fatto molto piacere poter collaborare a questa bella iniziativa che sposa in pieno l’attività/l’obiettivo  che stiamo portando avanti da mesi: l’avvicinamento dei servizi sanitari sul territorio anche nel rispetto delle indicazioni contenute nel Pnrr – commenta Monica Cirone, Direttore Sociosanitario di Asl 2 – Abbiamo voluto dedicare una  postazione agli ambulatori di prossimità e una alla  vaccinazione per dare un esempio delle progettualità su cui  lavoriamo ogni giorno con l’aiuto di tutti i nostri operatori per avvicinare la Sanità alle persone” e conclude “ Ringrazio i Lions per averci coinvolto nella speranza che questo possa diventare un appuntamento annuale apprezzato e condiviso dalla cittadinanza”.

“Dopo la pandemia, rinnovare questo nostro Service storico rappresenta una ripartenza nella consapevolezza che molto è cambiato e cambierà in futuro per le nostre attività: più partecipazione attiva delle persone, più organizzazione e coordinamento con l’obiettivo di ottenere una sinergia fra i vari attori -istituzionali, associativi e privati – che lavorano sul territorio”, aggiunge Luca Espis, presidente L.C. Savona Torretta.

La dottoressa Nadia Grillo, L.C. Spotorno–Noli-Bergeggi e coordinatrice medica dell’evento aggiunge: “L’invecchiamento progressivo della nostra popolazione la rende particolarmente esposta ad una serie di patologie croniche; prevenzione e screening sono strumenti fondamentali per intercettare le patologie nelle fasi iniziali e consentire interventi efficaci e miglior qualità di vita. La salute del futuro prevede che le persone, correttamente informate e sensibilizzate a partire dall’infanzia, siano i protagonisti della propria salute”.

Lascia un commento