Aromatica, il progetto “Arroscia balle di sapori” nella ricetta degli chef Grasso e Ursino

Prosegue con Aromatica la collaborazione tra L’associazione delle Antiche Vie Del Sale e il centro di formazione SEI-CPT di Imperia, finalizzato alla valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche delle piccole comunità attraversate “dall’oro bianco”.

Diano Marina (IM). Aromatica sarà una prova generale per i tanti appuntamenti che vedranno impegnati i comuni delle Antiche vie del sale nella seconda campagna di comunicazione “le Strade del mare” coordinata da Franco Laureri e dal presidente Alessandro Navone.

Un programma 2023 iniziato con Fior d’Albenga, che prosegue con la kermesse di Diano Marina, con “Azzurro Pesce d’Autore” di Andora e poi via via l’Expo della Valle Impero per terminare a ottobre con “Il Salto dell’acciuga di Laigueglia”.

Con Aromatica, però, entra nel vivo la campagna “Arroscia Valle di sapori”, promossa nell’ambito del progetto formativo voluto da ANCI Liguria e dall’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Arroscia, finalizzata a comunicare il sistema turistico di questa straordinaria valle attraverso le sue eccellenze: dall’enogastronomiche alle valenze storico, artistiche e naturalistiche.

“Il progetto – come rimarca Francesco Castellaro direttore del centro di formazione SEI-CPT di Imperia – punta, attraverso il patrimonio di saperi e sapori legato alla tradizione della Valle Arroscia, a creare nuovi prodotti turistici capaci di integrare l’offerta della costa con quella dell’entroterra.”

Saranno gli chef Gianluca Ursino e Renato Grasso a raccontare, attraverso una ricetta “fusion”, Streppa e caccia là al tuccu di orata, la tradizione della “Cucina Bianca” abbinata al mare, rinsaldando così il legame tra la costa e le vie del sale.

L’appuntamento è fissato per domenica 7 maggio alle ore 14,30 ( Palco) Piazza Martiri della Libertà – con degustazione e omaggio a tutti i partecipanti al cooking show di una confezione brandizzata “aromatica” de IL SALE DELLA LIGURIA.

“Il progetto di comunicazione – come evidenzia Alessandro Navone Presidente dell’antiche vie del Sale – punta a promuovere, attraverso eventi come Aromatica, il sistema turistico del nostro entroterra; l’unico in grado di intercettare i nuovi flussi di domanda legati all’enogastronomia e al turismo sostenibile”.

Lascia un commento