Piana: “I parchi liguri avranno più tutele”

“La tutela paesaggistico-ambientale è un valore che Regione Liguria intende tramandare alle generazioni future, ai turisti e agli imprenditori che scelgono la nostra terra e non certamente un aspetto da mettere in secondo piano. La variante al Piano del Parco Naturale Regionale di Portofino presentata oggi in Consiglio regionale va in questo senso: uno strumento di carattere prettamente normativo che favorisce la tutela del territorio. La modifica interviene esclusivamente nell’area di sviluppo individuata e non è in contrasto con le misure di salvaguardia ambientale, che ricordiamo essere state stabilite dal Decreto del Ministro della Transizione Ecologica nel 2021. Questa modifica ha anche il compito di rendere più chiaro il rapporto tra Ente parco e Strumento urbanistico comunale evitando così confusione interpretativa”. Così il vice presidente della Regione Liguria con delega ai Parchi Alessandro Piana, a margine del Consiglio regionale.
“Il PUC del Comune di Portofino – prosegue Piana – è sempre soggetto a parere del parco, che oggi è regionale ma diventerà nazionale. Con questo documento mettiamo in campo tutti gli strumenti per contrastare eventuali speculazioni edilizie. Non solo, perché come tutti i parchi della Regione Liguria, Portofino non si distingue certamente per episodi di speculazione edilizia, come qualcuno vuol far credere, ma piuttosto per la gestione corretta e attenta della sua biodiversità. In questo senso Regione Liguria e l’assessorato competente hanno investito numerose risorse per la formazione delle figure professionali, basti pensare al numero di guardiaparco per il controllo e la gestione dei territori. Mi rendo pertanto disponibile – conclude il vice presidente Piana – a presentare di volta in volta in Commissione i dati aggiornati con la massima trasparenza”.

Nel dettaglio, la modifica al Regolamento riguarda l’area di sviluppo D1 “Portofino” e l’area di sviluppo D1 “Paraggi” (Comune di Portofino) che viene distinta dall’Area D1 “Paraggi (Comune di Santa Margherita Ligure)”, demandando la disciplina degli interventi alla pianificazione urbanistica comunale, coerentemente con la pianificazione sovraordinata a livello territoriale.
Gli schemi di progetto delle varianti sono stati approvati dal Consiglio dell’Ente Parco naturale regionale di Portofino nel giugno 2022 e, espletata dal competente Settore regionale la procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica (Vas), ne è stata stabilita la non assoggettabilità a Vas. Il Consiglio dell’Ente Parco di Portofino, con Deliberazione 1 del 2023 ha quindi adottato le varianti al Piano del Parco e al Regolamento per la riqualificazione del patrimonio edilizio, dandone pubblicazione ai sensi della legge regionale 12/1995. Decorsi i termini di pubblicazione senza aver ricevuto osservazioni, l’Ente Parco ha quindi trasmesso la documentazione alla Regione ai fini dell’approvazione finale da parte del Consiglio regionale.

Lascia un commento