Genova ed il suo modello di sviluppo sono stati al centro di una conferenza sui temi e sulle nuove prospettive dei trasporti tra Italia e Francia

Genova ed il suo modello di sviluppo sono stati al centro di una conferenza sui temi e sulle nuove prospettive dei trasporti tra Italia e Francia dalla Camera di Commercio Italiana di Nizza Costa Azzurra nella sala Montréal dell’aeroporto francese. 

Connettività, multimodalità e collaborazione bilaterale sono state le parole chiave dell’evento che ha riunito istituzioni e imprenditori di entrambi i territori. Punto di partenza sono state le nuove opportunità di scambio offerte dal polo di scambio multimodale dell’Aeroporto Nizza Costa Azzurra. Esperti e relatori hanno discusso e si sono confrontati sullo stato attuale delle connessioni tra le reti ferroviarie e aeree del bacino transalpino franco-italiano e sulle molteplici occasioni offerte dai collegamenti ferroviari, aerei e stradali in termini sia economici sia culturali. Nizza, investendo sulle nuove possibilità offerte dal polo di scambio intermodale del suo aeroporto, ha dimostrato di voler giocare un ruolo da protagonista e Genova sta confermando di essere pronta ad affrontare tutte le nuove sfide che l’attendono.

Genova e Nizza hanno una storia di vicinanza, non solo geografica e storica, indissolubilmente legata al mare. Ma vantano anche strategie comuni nate e sviluppate sin dal primo accordo di collaborazione risalente ad oltre dieci anni fa.

A portare il contributo del capoluogo ligure è intervenuto Davide Falteri, consigliere comunale delegato in materia di nuovi insediamenti aziendali sul territorio: «La storia, le opportunità e le caratteristiche di Genova e di Nizza dimostrano quanto sia importante agire in modo sinergico. Il tema della multimodalità e quello del raccordo nel trasporto aereo, ferroviario, marittimo, autostradale e stradale rappresenta un asset chiave per lo sviluppo economico e sociale della Liguria e di tutto il Nord Ovest italiano. In virtù del fatto che la nostra è tra le primissime città italiane per flussi crocieristici, e che la Liguria si conferma prima regione a livello nazionale, il turismo è uno degli ambiti fondamentali sul quale ritengo prioritario sviluppare e creare sinergie sempre più efficaci. Nizza ha dimostrato quanto sia stata una scelta vincente investire sulle nuove possibilità offerte dal polo di scambio intermodale del suo aeroporto; Genova, grazie alle nuove rivoluzionarie infrastrutture che saranno completate nei prossimi anni, conferma di essere già pronta ad affrontare tutte le ambiziose sfide che l’attendono: il Terzo Valico potenzierà il trasporto merci e passeggeri nel collegamento ferroviario con il resto dell’Europa, la Gronda consentirà di avere una rete autostradale meno congestionata e di più agevole percorrenza, infine la Nuova Diga consentirà al porto di attrarre grandi navi e di diventare sempre più strategico in ambito europeo. Ringrazio Daniela Teodori, Senior Consultant dei miei Key projects del Comune di Genova, per il supporto strategico ad un incontro che aprirà nuovi progetti di collaborazione tra le nostre città.».

Lascia un commento