Ad Albenga è la notte del Palio Storico

La città di Albenga si prepara al gran finale con il Palio storico di Albenga. Ultimi eventi prima della conclusione dell’evento atteso non solo sotto le torri ma in tutto il comprensorio ingauno. Alle 18 è in programma il tiro con l’arco nel cortile delle scuole Paccini, appuntamento poi con la famiglia medioevale che va alla vendemmia alle 21 e il tiro alla fune alle 21.45. Un altro momento attesissimo è alle 23 la proclamazione della «Pulcherrima Puella» che precede quella del quartiere vincitore del Palio Storico di Albenga 2022. E’ il concorso di bellezza (ma anche eleganza ed iaderenzaw allo stile dell’epoca) a carattere medioevale. L’appuntamento, dopo due anni di stop, era iniziato giovedì scorso con una grande festa nelle piazzette e nei vicoli del centro storico. Per tutta la durata della manifestazione è possibile incontrare gli artisti imbattendosi ad esempio nelle dimostrazioni degli antichi mestieri, come lo speziale e il barbiere, il cuoiaio, il calzolaio e il bottaro. Ma nelle vie del cuore di Albenga ancora oggi si possono incontrare la sarta e la tessitrice, per dimostrazioni e per la realizzazione di passamanerie e fettucce con l’utilizzo del telaio a tavoletta. E’ anche possibile conoscere da vicino l’uso di antiche armi e veri e propri spaccati di vita quotidiana di qualche secolo fa. Tutti hanno l’opportunità di vivere l’atmosfera medievale nel meraviglioso centro storico ingauno così come accadeva prima della pandemia. Dopo due anni di limitazioni, il centro cittadino è tornato ad essere il teatro delle sfide tra i quartieri con i giochi di fuoco, l’animazione e gli spettacoli itineranti. Suggestive come sempre le cantine che da sempre rappresentano la spina dorsale del Palio, così come i giochi che rappresentano il cuore. Nella giornata conclusiva del Palio è possibile gustare buoni cibi e buon vino per corroborare il divertimento. Ma alla fine dei quattro giorni di sfide quello che conterà di più sarà il nome del quartiere che porterà a casa lo stendardo Palio 2022 realizzato da Luca Immordino, studente del liceo artistico di Albenga. Come vuole la tradizione è stata mantenuta l’attenzione alla qualità e al rigore nel rispetto della realtà storica, basata su fonti bibliografiche, iconografiche, ricerche, pubblicazioni, nella ricostruzione e riproposizione di abiti militari e civili, arti e mestieri, tecniche marziali, in modo tale da coinvolgere il pubblico anche in una attenta riflessione didattico-formativa. Oltre a ciò, anche la volontà di legare sempre più questo evento al territorio affinché rappresenti un’occasione di promozione e di valorizzazione dello splendido patrimonio artistico e culturale della città che, proprio nel Medioevo, ha vissuto uno dei suoi periodi di maggior splendore. Per i buongustai poi il Palio ingauno vivrà poi una gustosa appendice nella serata di lunedì con la Cena Medioevale, una delle novità dell’edizione di quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.