Sul palco di Verezzi andrà in scena “Medea” di Euripide

Un grande classico antico per questo sabato di fine mese: il 30 luglio sul palco di Verezzi andrà in scena “Medea” di Euripide, nell’interessante adattamento proposto da Dario D’Ambrosi e dalla sua compagnia Teatro Patologico. Diciotto attori, più maestranze e tecnici, portano al Festival la tragedia della vendicativa Medea, che arriva a uccidere i figli per punire il marito Giasone, deciso a ripudiarla per sposare Glauce, la figlia di Creonte, re di Corinto.

Una sperimentazione quella di Teatro Patologico, che porta sul palco la tragedia avvalendosi di attori professionisti, come Sebastiano Somma, Almerica Schiavo, Paolo Vaselli e Morgana Forcella, accompagnati da ragazzi con disabilità. Una forma di terapia, da un lato, ma anche la fantastica possibilità di espressione artistica ed emotiva: un momento insostituibile ed entusiasmante di aggregazione e di formazione in cui poter giocare e divertirsi ma al tempo stesso impegnarsi con grande serietà.

Per informazioni e biglietti gli spettatori possono visitare il sito del Festival www.festivalverezzi.it e rivolgersi alla biglietteria di viale Colombo 47, aperta tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 18.30, chiamando lo 019.610167 o inviando una mail a biglietteria@comuneborgioverezzi.it.

Nelle serate di spettacolo è attivo il servizio di bus navetta al costo di un euro a tratta con partenza dal piazzale del Teatro Gassman (quattro corse con orario 19.15 – 19.45 – 20.10 – 20.30), e ritorno dal parcheggio di Piazza Gramsci (prima corsa 10 minuti dopo il termine dello spettacolo; tre corse a seguire a circa 20 minuti una dall’altra).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.