Ad Albenga una statuina artigianale del Presepe donata da Confartigianato e Coldiretti

La Confartigianato e la Coldiretti della provincia di Imperia, confermando quella che ormai è diventata una tradizione in occasione del Natale, donano alle Diocesi del territorio una statuina artigianale del Presepe. L’opera di quest’anno raffigura un’imprenditrice simbolo delle aziende che operano nella cura e manutenzione del verde.

Il primo incontro, alla presenza del direttore di Confartigianato Barbara Biale e della Coldiretti Domenico Pautasso, è avvenuto con il Vescovo della Diocesi di Albenga – Imperia Mons. Guglielmo Alborghetti.

Obiettivo dell’iniziativa, promossa da Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti, nell’ambito del Manifesto di Assisi, è quello di aggiungere ogni anno al presepe figure che ci parlino del presente ma anche del futuro. Nel 2020 fu un’infermiera a ricordare il debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Lo scorso anno è stato l’imprenditore che, cogliendo le opportunità della digitalizzazione, ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini nonostante le limitazioni e i lockdown.

La statuina per il Presepe 2022 vuole raffigurare l’impegno per uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Inserire questa “nuova” figura, una florovivaista simbolo delle imprese impegnate nella cura e manutenzione del nostro patrimonio verde e della biodiversità, è un’idea inedita per parlare di un’agricoltura plurale e differenziata, che produce cibo e insieme, beni immateriali indispensabili per la qualità della vita.

L’iniziativa, a carattere nazionale, vedrà la consegna delle statuine ai Vescovi di tutte le 226 Diocesi italiane.

Il Presepe è una delle tradizioni che trasmette speranza e serenità anche nei momenti difficili che stiamo attraversando. Con la spinta delle energie vere e buone raccolte sotto l’egida del Manifesto di Assisi, Fondazione Symbola, Confartigianato, Coldiretti vogliono portare un loro contributo per diffondere la straordinaria attualità e forza di questa narrazione gentile. Il Presepe è la rappresentazione della nascita di Gesù, ma attraverso i suoi personaggi serve anche a raccontare la realtà della vita di tutti i giorni e quindi troviamo, fra gli altri, artigiani, casalinghe, filatrici, agricoltori, pastori e gli animali per rappresentare la multiforme dimensione del Creato che parte proprio dalla terra.

Lascia un commento