Don Corini e Fabio Macheda su Telepace per la giornata del dialogo ebraico-cristiano

Questa sera la trasmissione “Direttamente su” ​parlerà anche del Progetto Shoah dell’Istituto Giancardi Galilei Aicardi e delle pietre d’inciampo dedicate ai cittadini italiani arrestati in Alassio con l’accusa di appartenere alla “razza ebraica”

Il 17 gennaio prossimo sarà la 34° Giornata del dialogo ebraico cristiano. Questo appuntamento è stato introdotto dalla Conferenza Episcopale Italiana nel settembre del 1989  per sensibilizzare i cristiani verso il rispetto, il dialogo e la conoscenza della tradizione ebraica. 

Intorno a questa data, diversi appuntamenti in tutta Italia vedranno impegnate le comunità cattoliche, protestanti ed ebraiche. Le Diocesi liguri propongono una serata di approfondimento sul dialogo ebraico cristiano che sarà trasmessa questa sera in diretta tv dagli studi di Telepace a Chiavari. Sarà un momento di incontro tra diverse personalità del mondo cristiano ed ebraico del territorio e tra queste Don Gabriele Corini, parroco di Alassio ma soprattutto direttore dell’Ufficio Ecumenismo e Dialogo Interreligioso della diocesi di Albenga – Imperia, e Fabio Macheda, Assessore alle Politiche Scolastiche del Comune di Alassio nonché docente dell’Istituto alassino Giancardi Galilei Aicardi per il progetto “Shoah” .

“Sarà una splendida occasione – spiega lo stesso Macheda – per ascoltare la voce dei singoli territori diocesani su questo argomento delicatissimo, ma anche per illustrare il progetto triennale avviato dall’Istituto Alberghiero sulla Shoah; un’iniziativa che si colloca nell’ambito di un più vasto programma di salvaguardia della memoria storica della Shoah e di tutte le vittime delle persecuzioni naziste, che coinvolge gli istituti scolastici cittadini. Agli studenti, attraverso i dirigenti scolastici e i responsabili del Progetto Shoah, è stata fornita la documentazione raccolta sui cittadini italiani arrestati in Alassio con l’accusa di appartenere alla “razza ebraica” e deportati nei campi di concentramento nazisti cui saranno dedicate Pietre d’Inciampo che saranno posizionate nei pressi del Monumento ai Caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale . Gli alunni, attraverso la piattaforma del Centro di Documentazione Ebraica – Digital Library daranno il loro contributo alla ricostruzione storica dei fatti e alla tutela della Memoria”.

“Ad oggi abbiamo raccolto la documentazione inerente le indagini di polizia, i verbali di arresto e la confisca dei beni dei cittadini arrestati  – prosegue Macheda – e stiamo portando avanti, con la Soprintendenza, il progetto per la posa delle “Pietre d’inciampo” per onorare la memoria delle persone decedute nei campi di concentramento nazisti e collegate ad Alassio, come ultima dimora ovvero luogo di arresto”.

“Direttamente su” sul dialogo ebraico cristiano andrà in onda questa sera  alle h. 21 sul canale 12.

Lascia un commento