Con Coop un film che ha il sapore di un ritorno alle origini

Un piccolo gesto che, se compiuto da moltitudini, può fare la differenza: E’ il messaggio scelto da Coop
per raccontarsi in un film che ha il sapore di un ritorno alle origini. La pellicola vuole essere un viaggio per
riaffermare l’identità dell’organizzazione, fatta di una comunità di oltre 6 milioni di soci, i cui punti
vendita sono solo la porta di ingresso. Sarà on air dal 16 aprile sulle principali reti televisive. Firmata dall’agenzia creativa I’m not a robot, la nuova campagna identitaria dal titolo “Insieme” punta sulla partecipazione e aggiunge un ulteriore tassello alla lunga storia pubblicitaria della società dagli spot-non spot di Ugo Gregoretti, all’autoironia del Tenente Colombo, agli intellettualismi alleniani, fino alla testimonial d’eccezione Luciana Littizzetto. Poi, dal 2019, sono arrivate le storie del carrello, archetipo della grande distribuzione, reinterpretato come eroe in grado di compiere atti virtuosi. Si parte dal
consumismo degli anni Settanta per arrivare alla ´buona spesa che può cambiare il mondo, l’attuale posizionamento di Coop, in cui il carrello diventa lo strumento per fare scelte che indirizzino positivamente il mercato. Per il presidente Ancc-Coop e Coop Italia, Marco Pedroni, si tratta di
una “scelta coraggiosa, in un momento di difficoltà dove l’inflazione continua a mordere il carrello della
spesa riteniamo indispensabile riaffermare i valori e la nostra identità”

Lascia un commento