Approvato il secondo lotto di intervento per l’adeguamento alle normative di sicurezza antincendio dell’edificio di via Pastorino 8, a Bolzaneto

Approvato dalla giunta comunale, su proposta del vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Pietro Piciocchi, sentito il consigliere delegato allo Sviluppo delle Vallate Alessio Bevilacqua, il secondo lotto di intervento per l’adeguamento alle normative di sicurezza antincendio (finalizzato alla Scia-Segnalazione certificata inizio attività) dell’edificio di via Pastorino 8, a Bolzaneto, sede del Municipio V Valpolcevera. L’edificio di via Pastorino 8 è stato inaugurato nel 1878 come “nuova sede comunale” e ospita la “casa della cultura”, la “casa della resistenza”, la biblioteca Piersantelli e il museo della Montagna.

«Dopo l’approvazione del progetto definitivo lo scorso novembre – spiega il vicesindaco Piciocchi – è attualmente in esecuzione il primo lotto da 240.000 euro, che riguarda gli uffici anagrafe al piano terra. I lavori si sono resi necessari per consentire l’apertura dell’immobile al pubblico. Il secondo lotto, da 380.000 euro, riguarda invece i lavori necessari al completamento dell’adeguamento dell’intero edificio per la riapertura al pubblico della biblioteca civica e dei musei. Entrambi i lotti di lavori sull’edilizia e l’impiantistica ammontano a un totale di finanziamento comunale per 620.000 euro». Il progetto è stato sottoposto ai pareri del competente Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e della provincia della Spezia.

«La Valpolcevera ritornerà ad avere, nel quartiere baricentrico di Bolzaneto, un importante presidio per i servizi ai cittadini ma anche un immobile storico, finalmente fruibile al pubblico, in totale sicurezza e in linea con le attuali normative – commenta il consigliere delegato Bevilacqua – I lavori sono in corso e presto il sito di via Pastorino 8 tornerà a essere un punto di riferimento per la comunità che aveva promosso una raccolta firme, in modo spontaneo, per la riapertura soprattutto degli uffici demografici».

Lascia un commento