Sport, ambiente e politiche sociali, a Genova parte il programma C-City con giochi per bimbi e laboratori di educazione ambientale

Una regata velica in programma sabato 17 giugno, a cura di The Ocean Race – The Grand Finale, che vedrà ai nastri di partenza 9 equipaggi, uno in rappresentanza di ogni Municipio, formati da ragazzi dei servizi socio-educativi genovesi.

Inoltre, a partire da martedì 9 maggio, una rassegna di eventi di divulgazione e laboratori gratuiti tenuti nei nove Municipi. L’organizzazione è di C-City Genova Città Circolare, il progetto del Comune di Genova (finanziato con i fondi REACT-EU – PON “Città Metropolitane” 2014-2020 e realizzato in collaborazione con Job Centre Srl in qualità di soggetto attuatore) che vuole trasformare il capoluogo ligure in una città circolare, migliorandone il posizionamento nel campo dell’innovazione tecnologica applicata ai settori della green, blue e bioeconomy, promuovendo e sperimentando la circolarità delle risorse. Il progetto di divulgazione nei Municipi, promosso dal Comune di Genova insieme ad AMIU, Università di Genova, Job Centre Srl e The Ocean Race, partirà ufficialmente martedì 9 maggio alle ore 15.30 con il primo evento di economia circolare nel Municipio VII Ponente presso la Scuola Musicale Conte di via Cialli, a Pegli. Dopo i saluti istituzionali di Comune di Genova, Municipio VII Ponente, Job Centre Srl, AMIU e la partecipazione di The Ocean Race – Genova The Grand Finale, dalle 16 si svolgeranno laboratori e giochi in parallelo: “Cos’è l’economia circolare”, a cura di Mercato Circolare; “Puliamo il Quartiere”, insieme ad AMIU; “Gioco dell’oca” di The Ocean Race (rivolto ai bambini); “Laboratorio di riciclo creativo” con La Tela ODV; “Realtà virtuale e raccolta differenziata” con rete DaDo. Questi laboratori e giochi, realizzati da C-City in partnership con AMIU e The Ocean Race – Genova The Grand Finale, serviranno a grandi e piccoli per imparare e scoprire insieme l’economia circolare. Imperdibile, sempre durante la giornata del 9 maggio, l’appuntamento con la presentazione ufficiale per la regata del 17 giugno dell’equipaggio del Municipio VII Ponente, che si appoggia al Circolo Nautico Ilva, il quale mette a disposizione complessivamente due imbarcazioni a vela con skipper, una per il Municipio VII Ponente e l’altra per il Municipio VI Medio Ponente. L’equipaggio del VII Ponente sarà formato da una rosa di 8 tra ragazze e ragazzi assieme a un educatore, ma è previsto il coinvolgimento di numerosi altri giovani dei servizi socio-educativi del Municipio. Tutti e 9 gli equipaggi in gara riceveranno la bandiera del proprio Municipio e ne diventeranno ambassador nella regata finale in programma sabato 17 giugno.

La premiazione lunedì 26 giugno nella meravigliosa cornice dell’Ocean Live Park, allestito all’interno del Waterfront di Levante. La regata, evento collaterale all’attesissima competizione sportiva di The Ocean Race – The Grand Finale in programma a Genova dal 24 giugno al 2 luglio, vedrà in tutto la partecipazione di circa 80 minori dei 9 Centri servizi comunali per la famiglia, 10 educatori, 20 velisti/skipper e molte altre persone e realtà del territorio cittadino tra altri minori dei Centri servizi, educatori, soci delle associazioni veliche che mettono a disposizione le imbarcazioni e gli operatori degli Ambiti Territoriali Sociali, con il coinvolgimento complessivo di circa 1000 persone. Le successive date C-City nei Municipi e relative location saranno le seguenti (tutte a partire dalle ore 15.30): 11 maggio, Municipio I Centro-Est, La casa nel parco – Casa Gavoglio; 16 maggio, Municipio IX Levante, ex Ospedale psichiatrico di Quarto; 18 maggio, Municipio VI Medio Ponente, Villa Durazzo Bombrini; 23 maggio, Municipio IV Media Valbisagno, Auditorium di via Molassana; ; 25 maggio, Municipio II Centro Ovest, Centro Civico Buranello; 30 maggio, Municipio III Bassa Valbisagno, Villa Imperiale; 6 giugno, Municipio VIII Medio Levante, ASD Foce “Dario Schenone”; 8 giugno, Municipio III Valpolcevera, Casa di Quartiere 13D a Certosa.

«Coniugare benessere economico, aspetti sociali e sostenibilità ambientale è l’ambizioso obiettivo che ci siamo prefissati di raggiungere con l’Action Plan Genova 2050, una strategia di medio-lungo periodo basata su focus tematici quali ottimizzazione delle infrastrutture, rigenerazione del tessuto urbano, investimenti nella conoscenza – commenta l’assessore all’ambiente Matteo Campora – In particolare, il progetto C-City Genova Città Circolare punta a trasformare la nostra città in un’ottica circolare al fine di renderla più sostenibile e resiliente. Obiettivi che si possono raggiungere anche attraverso attività di educazione e sensibilizzazione dei più piccoli alle buone pratiche ambientali e a comportamenti virtuosi, come faranno i laboratori organizzati da C-City in tutti e nove i Municipi cittadini. Un’iniziativa che, intrecciandosi al grande evento di Ocean Race e all’inclusione di ragazzi e ragazze fragili, assume un’importanza ancora maggiore».

«Sport vuol dire competizione ma anche e soprattutto inclusione, per questo siamo davvero orgogliosi di questa iniziativa che punta a far scoprire la bellezza della vela e del mare a molte decine di ragazzi – dichiara l’assessore allo sport Alessandra Bianchi – insegnando loro che giocando e lavorando insieme, con un perfetto gioco di squadra, si possono raggiungere traguardi insperati. La regata sarà il viatico migliore per il Grand Finale di Ocean Race, un grande evento di richiamo internazionale per Genova dal punto di vista sportivo e turistico, che ci aiuterà a diffondere in Italia e in tutto il mondo quel patrimonio importantissimo di valori di accessibilità, inclusione, integrazione e amicizia con cui lo sport aiuta a superare ogni tipo di ostacolo».

«Il nostro assessorato ha aderito subito entusiasmo all’idea di coinvolgere ragazzi e ragazze in situazione di fragilità familiare e personale in questo bellissimo progetto che, attraverso la pratica sportiva e in particolare la vela, li accompagna nel loro percorso di crescita personale e sociale – commenta l’assessore ai servizi sociali Lorenza Rosso – Ancora una volta The Ocean Race dimostra di saper andare oltre la semplice dimensione agonistica, proponendosi come uno strumento concreto di integrazione sociale capace di trasmettere valori e insegnamenti positivi ai giovani che vivono una situazione di disagio fisico o psicologico, supportandoli nel loro percorso di vita».

The Ocean Race The Grand Finale sarà un evento che vedrà protagonista l’intera città, grazie anche al coinvolgimento dei tantissimi volontari che stanno offrendo la propria adesione per partecipare da protagonisti all’arrivo della regata più sfidante del mondo, dal 24 giugno al 2 luglio, nell’Ocean Live Park al Waterfront di Levante. Sono 282 i volontari che hanno scelto di “salire a bordo” del team di The Ocean Race The Grand Finale. Tutti i partecipanti hanno già effettuato il colloquio individuale e parteciperanno a un corso online sulla sicurezza al termine del quale verrà rilasciato un attestato che potrà servire anche ai futuri scopi lavorativi. È stata siglata anche un’importante collaborazione con FULGIS (Fondazione Urban Lab Genoa International School).

Gli studenti di questa scuola saranno le “bussole” per gli ospiti e turisti stranieri che arriveranno a Genova per The Ocean Race. Tutti i volontari potranno raggiungere il villaggio e tornare a casa gratuitamente sui mezzi AMT. In occasione della partenza da Itajaì, domenica 23 aprile, c’è stato al Porto Antico anche un primo momento di incontro per il Team e altri seguiranno prima dell’apertura ufficiale dell’Ocean Live Park il prossimo 24 giugno.

Lascia un commento