Dal 16 al 26 febbraio aperte le domande al bando regionale per il commercio equo e solidale

“Sarà attivo dal 16 al 26 febbraio il bando regionale in favore del settore del commercio equo e solidale”. A comunicarlo è l’assessore allo Sviluppo economico e al commercio Alessio Piana.
I beneficiari dei contributi, previsti a copertura del 70% delle spese ammissibili, devono essere iscritti nell’elenco regionale delle organizzazioni del commercio equo e solidale (l.r. n.32/2007, art.3).
La dotazione complessiva della misura regionale è di 50 mila euro ed è rivolta ad azioni intraprese tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2024. Possono essere finanziati i progetti di sensibilizzazione e formazione di studenti e volontari.
Sono ammissibili spese relative alla produzione di materiale didattico (anche con tecnologie innovative), spese per la realizzazione online delle iniziative, utilizzo del personale specifico per la riuscita del progetto, spese di viaggio del personale e di trasporto del materiale e impiego di risorse esterne (ad esempio consulenze e docenze).
“Con questa azione intendiamo coinvolgere gli studenti in progetti educativi che responsabilizzino un acquisto consapevole e di come queste scelte possano influenzare le condizioni delle persone che vivono in paesi svantaggiati”, sottolinea l’assessore.
Le domande devono essere redatte utilizzando la modulistica allegata alle modalità attuative del bando, presenti sul sito di Regione Liguria, e trasmesse con raccomandata con ricevuta di ritorno al settore Commercio del Dipartimento Sviluppo Economico di Regione Liguria oppure via PEC all’indirizzo protocollo@pec.regione.liguria.it .
La procedura è a sportello. Dopo aver accertato l’ammissibilità ai requisiti, la graduatoria delle domande idonee seguirà l’ordine di spedizione.

Lascia un commento